Non stiamo cambiando solo la Terra,ma per sbaglio abbiamo creato una bolla protettiva

La NASA ha rilevato una massiccia “bolla” creata dagli umani nello spazio attorno alla Terra. Questa barriera ha un effetto sul clima spaziale che va ben oltre l’atmosfera del nostro pianeta. Ciò significa che non stiamo cambiando solo la terra, ma anche lo spazio. Gli scienziati ritengono che dovrebbe essere nominata una nuova era geologica, determinata dall’umanità. La ricerca è stata […]

» Read more

Perché i poli magnetici della Terra potrebbero essere in procinto di invertirsi

Non sarebbe la prima volta che accade, né l’ultima. I poli magnetici si sono invertiti decine di volte nella storia della Terra. Ecco che cosa succede e quali possono essere le conseguenze per la vita.

» Read more

Osservato per la prima volta il transito di un atomo di antidrogeno

Ottenuta al CERN dall’esperimento ALPHA e pubblicata oggi su Nature, è la prima osservazione d’una riga spettrale di un atomo di antidrogeno. Grazie a essa è stato possibile confrontare per la prima volta lo spettro luminoso dell’antimateria con quello della materia

» Read more

Cosa significa la nuova scoperta su Marte e perché è così importante anche per la Terra

La nuova scoperta su Marte, ecco perché è molto importante sia per il passato del Pianeta Rosso che per il futuro della nostra Terra La nuova straordinaria scoperta su Marte illustrata  dalla NASA, poche settimane dopo le prove dell’esistenza dell’acqua allo stato liquido nel Pianeta Rosso, è molto importante per ricostruire la storia. La scoperta conferma quella che era l’ipotesi […]

» Read more

LHC: trovate due nuove particelle con proprietà mai osservate prima

Nome scientifico DS3*(2860)– e DS1*(2860)– per le due particelle rilevate dall’esperimento LHCb nel gigantesco laboratorio sotterraneo del Large Hadron Collider al CERN di Ginevra: tre volte più massicce dei comuni protoni e con proprietà mai osservate prima.Davide Coero Borga.

» Read more

Il tetraquark che fa le stelle strane

Confermata dall’esperimento LHCb al CERN l’esistenza di una pesante particella che potrebbe essere un tetraquark, ovvero composta da quattro quark. Notevoli le implicazioni sulla struttura interna di oggetti celesti superdensi, come le stelle di neutroni Quasi non passa giorno dove non venga scovato un nuovo stato della materia. L’ultimo, in ordine di tempo, potrebbe essere il tetraquark, una particella composta da quattro […]

» Read more

COSA SONO GLI “ORBS”? POLVERE? SPIRITI? LA SCIENZA SI INTERROGA SUL CURIOSO FENOMENO

Un po’ a tutti è capitato di aver scattato delle foto nelle quali compaiono delle enigmatiche “particelle” sospese nell’aria. Curiosamente, il fenomeno si presenta solo in alcune immagini, anche se scattate nello stesso luogo delle altre e a poca distanza di tempo. Vengono chiamate “orbs”. Ma cosa sono in realtà? La scienza inizia a interrogarsi.

» Read more

Per la prima volta è stata dimostrata l’esistenza di una particella con un solo polo magnetico

 Il monopolo magnetico sintetico è stato creato e identificato nei laboratori dell’Amherst College, in Massachusetts, in collaborazione con teorici finlandesi.Di Stefano Parisini. Ne era stata ipotizzata l’esistenza più di 80 anni fa da Paul Dirac, uno dei padri della fisica quantistica. Ma il monopolo magnetico, una particella magnetica con un singolo, isolato polo (un polo nord senza polo sud, o vice versa), […]

» Read more

L’oro? ‘Cresce’ sulle foglie degli alberi

L’oro cresce sugli alberi: particelle di questo metallo prezioso sono state scoperte nelle foglie di eucalipto e potrebbero essere la spia di grandi depositi d’oro sotterranei. Pubblicato sulla rivista Nature Communications, dal gruppo coordinato da Melvyn Lintern del centro di ricerche australiano sulle Scienze della Terra e la valutazione delle risorse (Csiro), il risultato fornisce un nuovo modo per individuare […]

» Read more