In 1200 anni l’acqua alta ha invaso 6 volte la Basilica di San Marco, 3 negli ultimi 19 anni, 2 in poco più di un anno!

Anche per una città che ha il mare nel sangue come Venezia «una marea a 187 cm è una ferita che lascia segni indelebili». Il sindaco della Serenissima, Luigi Brugnaro, sta facendo i conti con una città invasa dall’acqua: al momento si contano due persone morte a Pellestrina, mentre cittadini e imprese sono stati invitati a documentare i danni subiti e l’Amministrazione […]

» Read more

Negli Usa la frequenza degli uragani è aumentata del 330% e sono diventati più grandi, più forti e più distruttivi

Il legame con il cambiamento climatico era oscurato dall’incertezza statistica, con un nuovo metodo è diventato improvvisamente evidente Lo studio “Normalized US hurricane damage estimates using area of total destruction, 1900−2018”, pubblicato su PNAS da Aslak Grinsted,   Peter Ditlevsen e Jens Hesselbjerg Christensen del Center for Is og Klima del Niels Bohr Institutet della Københavns Universitet dimostra che «Dal 1900, gli uragani sono diventati più […]

» Read more

Cascate Vittoria in secca, temperature di 51 gradi in Zambia

La mancanza di piogge ha quasi prosciugato le Cascate di Vittoria, tra lo Zambia e lo Zimbabwe. Non si contano i giorni in cui non piove nella regione africana dello Zimbabwe e dello Zambia. Una siccità record che ha portato le Cascate Vittoria al livello più basso in 25 anni. Il flusso d’acqua è ormai di 109 metri al secondo, mai così basso da quando nel 1996 […]

» Read more

Laghi rosa nel mondo: un fenomeno naturalistico unico

Uno dei fenomeni naturali più curiosi e sorprendenti è quello dei laghi rosa, laghi la cui acqua assume naturalmente un colore appunto rosa o rossastro. Nel mondo ne sono presenti diversi, che vedremo di seguito e che non a caso stanno diventando tra i soggetti preferiti dei fotografi da tutto il mondo. Generalmente, la loro pigmentazione è dovuta alla presenza di alghe […]

» Read more

Il Qatar sta diventando così caldo che si usa l’aria condizionata all’aperto

Fai una breve passeggiata fuori a mezzogiorno in Qatar, quando le temperature possono salire a 48 ° C  e ti trasformerai rapidamente in un disordine bagnato di sudore e bruciato dal sole. Con gli effetti dei cambiamenti climatici che continuano a prendere piede, anche la nazione mediorientale subirà temperature più elevate.  Sulla scia di questo problema, il Qatar ha escogitato un rimedio improbabile: […]

» Read more

Finalmente piove in Amazzonia: i pompieri volontari si inginocchiano e danzano per la gioia

Ci troviamo nella provincia di Guarayos nello stato sudamericano della Bolivia e, nel cuore di una foresta amazzonica che non non vuole cessare di bruciare a causa degli innumerevoli incendi, è finalmente piovuto. E i pompieri, molti dei quali giovani volontari dell’area, non sono riusciti a contenere la loro gioia contagiosa e hanno iniziato a pregare in cerchio e a […]

» Read more

Mare in ebollizione con metano su scala “mai visto prima”in Siberia

Una spedizione nel Mare della Siberia orientale ha riportato due esempi di ciò che gli scienziati temono da tempo: le fontane di metano gorgogliano in superficie mentre il materiale ghiacciato sul fondo dell’oceano si scioglie dopo un’estate insolitamente calda . Finora le aree colpite sono troppo piccole per avere un impatto globale, ma potrebbero essere il presagio di cose peggiori a venire.

» Read more

Prove suggeriscono che il deserto del Sahara non è una formazione naturale

Quindi chi ha “creato” il deserto del Sahara? Il Sahara, il deserto più grande del mondo, non è sempre stata la regione arida che vediamo oggi. Più di 10.000 anni fa, la gigantesca distesa di dune che vediamo oggi era in realtà un prato verde “inondato” di laghi. Il drastico cambiamento nel paesaggio è stato spesso attribuito a un’alterazione dell’orbita terrestre, […]

» Read more

Gli uomini hanno sconvolto il ciclo del carbonio più dell’asteroide che ha ucciso i dinosauri

Nell’era industriale la quantità di anidride carbonica emessa in atmosfera è maggiore rispetto alle grandi catastrofi passate. Ora il rischio è un’estinzione di massa. Dal 1750, gli esseri umani hanno modificato il ciclo del carbonio sulla Terra più gravemente degli asteroidi più catastrofici della storia. La scoperta è stata pubblciata sulla rivista Elements, dall Deep Carbon Observatory (DCO), un collettivo globale di oltre 1.000 […]

» Read more
1 2 3 78