La peggiore estinzione di massa di sempre causata da cambiamento climatico e fioriture di alghe tossiche?

La crisi del Permiano mostra preoccupanti somiglianze con quella attuale Due nuovi studi pubblicati su Nature Communications e Geology da ricercatori svedesi, statunitensi e australiani, identificano un nuova causa dell’estinzione di massa durante eventi di riscaldamento estremo: il fitoplancton tossico. Alla fine del Permiano, il cambiamento climatico, legato all’estinzione di massa, è stato estremamente rapido con un aumento della temperatura fino a 14 gradi. Il […]

» Read more

In un mondo più caldo ci saranno meno eventi El Niño e La Niña. E non è una buona notizia

Una situazione potenziale senza analogie e della quale non si conoscono le conseguenze l ciclo tra le condizioni calde di El Niño e quelle fredde di La Niña nel Pacifico orientale (El Niño-Southern Oscillation, ENSO) continua da almeno 11.000 anni senza grandi interruzioni, ma lo studio “Future high-resolution El Niño/Southern Oscillation dynamics”, pubblicato su Nature Climate Change da un team di ricercatori […]

» Read more

C’è un nuovo tipo di esopianeti su cui provare a cercare forme di vita

Secondo un gruppo di astrofisici, i pianeti Hycean, molto diversi dalla Terra, avrebbero tuttavia caratteristiche che potrebbero essere compatibili con forme di vita estreme Si chiamano pianeti “Hycean” e sarebbero mondi extrasolari molto, molto diversi dalla Terra e dai pianeti rocciosi, gli unici su cui finora si è concentrata la ricerca di vita aliena. Eppure, secondo Nikku Madhusudhan e il suo team dell’Istituto di astronomia dell’Università di […]

» Read more

In Groenlandia piove dove non era mai accaduto prima

L’evento meteorologico si è verificato lo scorso 14 agosto e si è protratto per diverse ore, alimentato da temperature che sulla vetta della calotta glaciale hanno superato lo zero per la terza volta in meno di un decennio. Per la prima volta in assoluto, le precipitazioni sulla vetta della calotta glaciale della Groenlandia sono cadute sotto forma di pioggia e […]

» Read more

L’impatto climatico dei cinghiali supera quello di un milione di auto

In tutto il mondo, i cinghiali e i maiali rinselvatichiti si trovano in un’area di circa 36.000 – 124.000 km2 La minaccia dei cinghiali è reale, indipendentemente dal fatto che il loro numero vada dal piccolo branco che devasta un vigneto o dai milioni ormai diffusi in Europa e in Italia. I maiali selvatici hanno danneggiato praticamente ogni ecosistema che hanno invaso, […]

» Read more

Biologi scoprono antichi virus nel carotaggio di ghiacciai tibetani

Gli scienziati hanno trovato dozzine di specie di antichi batteri e virus in due campioni di ghiaccio risalenti a 15.000 anni fa prelevati dall’altopiano tibetano. La maggior parte di questi microrganismi erano sconosciuti agli scienziati. Biologi americani dell’Ohio State University hanno analizzato carote di ghiaccio prelevate nel 2015 dalla calotta del ghiacciaio di Guliya, nella Cina occidentale e hanno trovato […]

» Read more

La spazzatura spaziale rischia di creare nuovo buco nell’ozono. Lo studio.

I satelliti rottamati alla deriva nell’atmosfera, rischiano di diventare un grave problema per lo strato di ozono che ci protegge dalle radiazioni del Sole. L’ozonosfera è lo strato dell’atmosfera in cui si concentra la maggior parte dell’ozono, un gas serra particolare: l’ozono trattiene e assorbe parte dell’energia proveniente direttamente dal Sole, in particolare i pericolosi raggi ultravioletti nocivi per l’uomo. Il “buco nell’ozono” negli ultimo anni si […]

» Read more

I raggi solari uccidono il coronavirus in meno di un minuto

La carica virale che può essere emessa da una persona positiva viene disattivata in pochissimo tempo dalle lunghezze d’onda che arrivano sulla Terra: “In particolare in spiaggia, con il riverbero dell’acqua, i tempi si accorciano ulteriormente e il virus viene eliminato in appena 20 secondi”. I raggi solari che raggiungono la superficie terrestre – gli UV-A (responsabili dell’invecchiamento) e gli […]

» Read more

Mediterraneo: i meteotsunami atmosferici diventeranno più comuni (VIDEO)

A seconda dei cambiamenti climatici, le onde anomale che colpiscono senza preavviso possono diventare più frequenti Horizon – The EU Research & Innovation Magazine sta dedicando una serie in tre parti a come stanno cambiando i nostri mari con il cambiamento climatico e lo scioglimento delle calotte glaciali terrestri, guardando al passato, presente e futuro dell’innalzamento estremo del livello del […]

» Read more

Intrappolati e soli: potrebbe esserci un motivo inquietante per cui gli alieni non hanno mai preso contatto

È un vecchio enigma. Data l’alta probabilità che la vita sia là fuori in un universo incredibilmente enorme, perché non abbiamo ricevuto alcun contatto? Le spiegazioni vanno dall’improbabile (non ci sono affatto alieni) al terrificante (i lampi di raggi gamma che spazzano via le civiltà sono troppo frequenti per consentire alla vita complessa di svilupparsi e entrare in contatto con altri […]

» Read more
1 2 3 13