Cosa significa la nuova scoperta su Marte e perché è così importante anche per la Terra

Senza-titolo-2La nuova scoperta su Marte, ecco perché è molto importante sia per il passato del Pianeta Rosso che per il futuro della nostra Terra

La nuova straordinaria scoperta su Marte illustrata  dalla NASA, poche settimane dopo le prove dell’esistenza dell’acqua allo stato liquido nel Pianeta Rosso, è molto importante per ricostruire la storia. La scoperta conferma quella che era l’ipotesi più accreditata, ma che appunto non era mai stata provata in modo definitivo. E conferma che in passato Marte poteva essere un pianeta ideale per ospitare la vita, molto simile alla Terra. Fino a quando il Sole, 4,2 miliardi di anni fa, non ha generato una tempesta magnetica provocata da un’eruzione solare talmente tanto potente e violenta da strappare via il campo magnetico di Marte, distruggendolo, frammentandolo, generando filamenti contorti e avvolti su se stessi.

Le tempeste solari si verificano in modo frequente anche nel nostro tempo, e sono una delle più pericolose minacce per la Terra dallo Spazio.

Loading...

tempesta solare

Gli esperti hanno potuto ricostruire il passato di Marte e quest’evento drammatico, catastrofico, proprio grazie ad una recentissima eruzione solare avvenuta pochi mesi fa, l’8 marzo 2015. Quel giorno il vento solare ha prodotto una rotazione del campo magnetico marziano così forte da scagliare via dall’atmosfera ioni della lunghezza di 5.000 km: una riproduzione in miniatura di ciò che è successo quando, nel passato, si è verificato il grande evento che ha spazzato via gran parte dell’atmosfera del pianeta. E proprio dall’evento dell’8 marzo di quest’anno gli esperti NASA hanno ricostruito la catastrofe di 4,2 miliardi di anni fa.

In modo improvviso, quindi, Marte s’è ritrovato senza più campo magnetico e l’atmosfera è diventata un velo sottile e rarefatto. Lo sciame di particelle scagliato dal Sole ha bombardato Marte, riducendo campo magnetico e atmosfera letteralmente a brandelli, scagliando nello spazio filamenti incandescenti arricciati su se stessi simili a viticci. Un quadro catastrofico che la NASA ha documentato con i dati raccolti dalla sonda Maven, presentati in una conferenza stampa dall’agenzia spaziale americana con tanto di video che ricostruisce l’accaduto.

Di Peppe Cariddi

L’articolo continua su: www.meteoweb.eu

Se ti è piaciuto l’articolo condividilo e iscriviti alle nostre pagine Facebook Pianetablunews e Beautiful exotic planet earth  € ed al nostro profilo su twitter.

 Per l’iscrizione:passa il mouse sul tasto ti piace,aspetta due secondi si aprirà  un finestrella.

Clicca sul tasto €œMi piace € e poi su €œricevi notifiche per seguirci costantemente.

Pianetablunews lo trovi anche su google plus

Segui anche il nostro blog  tramite email per non perdere altri articoli, curiosità  e consigli!!

Ti è piaciuto l’€™articolo? condividilo anche tu sui social, clicca

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.