Su Encelado è stato trovato del metano che potrebbe essere compatibile con la presenza di microrganismi

Uno studio evidenzia come i dati raccolti da Cassini sul metano presente sulla luna di Saturno siano compatibili con l’attività microbica, ma la cautela è d’obbligo Encelado, una delle lune di Saturno, potrebbe ospitare microrganismi? È questa la domanda che gli astronomi si pongono da diversi anni, soprattutto da quando i dati della sonda Nasa Cassini hanno indicato la presenza sul satellite di un oceano liquido, posto tra il […]

» Read more

Marte potrebbe essere vulcanicamente attivo

Analizzando i dati ottenuti dalle sonde Mars Odyssey e Mars Reconnaissance Orbiter, un team di ricercatori ha scoperto un deposito di materiale piroclastico mai osservato prima su Marte. La giovane età del deposito, insieme al rilevamento di attività sismica da parte del lander InSight nelle vicinanze del sito in cui il cumulo di rocce è stato trovato, suggeriscono che il pianeta […]

» Read more

Marte: una strana roccia ‘bluastra’ incuriosisce gli scienziati della NASA

La pietra, la cui origine per ora rimane poco chiara, presenta una serie di aree luminose sulla superficie. La NASA ha appena pubblicato un’immagine di una curiosa pietra scoperta dal rover Perseverance, che da febbraio studia la superficie del pianeta rosso alla ricerca di segni di vita passata. “Mentre il drone si sta preparando per prendere il volo – ha scritto la […]

» Read more

Grandi inondazioni nel passato di Marte

Non solo acqua liquida, ma vere e proprie mega alluvioni hanno segnato il passato di Marte. Le prove sono state individuate nel cratere Gale, il sito di esplorazione del rover Curiosity, e a causarle sarebbe stato un impatto meteoritico in grado di cambiare radicalmente – e per un breve periodo – le condizioni climatiche sul Pianeta rosso. Tutti i dettagli […]

» Read more

Questo è il motivo per cui la NASA sospetta che la vita di Marte possa essere nascosta sottoterra

Secondo gli scienziati che si sono recentemente incontrati alla conferenza del National Cave and Karst Research Institute (New Mexico, USA), il posto migliore per cercare la vita su Marte è il sottosuolo, in particolare le grotte sotterranee profonde. Il nuovo e più sofisticato rover della NASA, che dovrebbe essere lanciato tra qualche mese, può aiutare nella ricerca e raccolta di […]

» Read more

Cosa ha distrutto l’atmosfera di Marte per renderlo un pianeta senza vita? Gli scienziati hanno scoperto la risposta

Quattro miliardi di anni fa, Marte aveva un’atmosfera, gli oceani e forse anche la vita microbica. Guarda il video per capire cosa gli è successo!

» Read more

Lo studio finanziato dalla NASA dice che potrebbe esserci vita aliena su Venere

Vita nello Spazio? Occhi puntati su Venere. La densa coltre di nubi del pianeta, tossica per gli esseri umani, potrebbe in realtà essere la casa di  extraterrestri che vivono all’interno delle nubi acide di Venere. E’ quanto emerso da un nuovo studio pubblicato sulla rivista Astrobiology.

» Read more

Scoperti fossili di 3,7 miliardi di anni fa: la vita prosperava sulla giovane Terra

Forme di vita simili potrebbero esserci state anche su Marte? uello fatto da un team di ricercatori australiani in Groenlandia è un ritrovamento davvero straordinario: hanno scoperto i fossili più antichi del mondo, inoltrandosi così nella storia più remota della vita sul nostro pianeta.

» Read more

Gli scienziati si preparano a perforare ‘ground zero’, la zona dell’impatto meteorico che avrebbe ucciso i dinosauri

Redazione Blue Planet Heart tratto da www.sciencemag.org Durante il mese di marzo, una piattaforma di perforazione sorgerà nel Golfo del Messico, ma non avrà come obiettivo il petrolio. Gli scienziati cercheranno di perforare nel cuore del Cratere di Chicxulub, dove sarebbero sepolti i resti dell’impatto dell’asteroide che 66 milioni di anni fa, avrebbe ucciso i dinosauri, insieme con la maggior […]

» Read more

MARTE:  SULLE PENDICI DI   ARSIA MONS  CI SAREBBE STATO RECENTEMENTE   UN AMBIENTE ABITABILE 

Il calore prodotto da un vulcano in eruzione sotto un immenso ghiacciaio, potrebbe aver creato grandi laghi di acqua liquida su Marte in un passato recente e quindi, potenziali ambienti abitabili. Il un articolo, pubblicato sulla rivista Icarus, un gruppo di ricercatori della Brown University ha calcolato quanta acqua poteva essere presente nei pressi del grande vulcano Arsia Mons e per quanto tempo. Secondo il team di […]

» Read more
1 2