Scoperto un continente perduto nel Mediterraneo, rimasto nascosto ai nostri occhi per milioni di anni

E’ un pezzo di crosta continentale delle dimensioni della Groenlandia noto come Greater Adria che è stato scoperto nel Mediterraneo. Tratto da www.iflscience.com I geologi hanno scoperto un continente perduto che è rimasto nascosto ai nostri occhi sotto il sud dell’Europa per milioni di anni. No, non è Atlantide, in realtà è un pezzo di crosta continentale delle dimensioni della Groenlandia noto […]

» Read more

Oceani ovunque, persino su Plutone.E forse anche su altri corpi della fascia di Kuiper

I dati di New Horizon aprono le porte a una possibilità che rasenta l’incredibile: non solo Plutone potrebbe aver ospitato un oceano sotterraneo, ma questo potrebbe essere ancora lì, con acqua almeno parzialmente allo stato liquido. Intanto, un altro studio mostra che l’oceano sotterraneo di Encelado è meno in profondità del previsto: appena 5 km sotto la superficie della luna […]

» Read more

Queste strane strutture potrebbero essere un segno di vita su Marte

Dopo tante forme strane di esseri identificati dagli utenti della rete come segni di vita su Marte, è la volta degli scienziati, ma questa volta può essere un vero e proprio indizio di vita su Marte. Nel 2008, il rover Spirit ha catturato l’immagine di depositi minerali che assomigliano a “cavolfiori” vicino al cratere Gusev. Rispetto a quello che si […]

» Read more

TURCHIA CENTRALE: UNA CIVILTÀ PRE-UMANA HA LASCIATO DEI SOLCHI NELLE ROCCE DI 14 MILIONI DI ANNI FA?

Secondo il geologo russo Alexander Koltypin, direttore del Centro di Ricerca di Scienze Naturali scientifica presso Università Internazionale Indipendente ecologico-politico di Mosca, i solchi visibili nelle rocce di una regione della Turchia centrale sono il segno lasciato da un’antica civiltà di 14 milioni di anni fa. E forse non erano umani!

» Read more

Il sisma in Emilia è stato scatenato dall’attività umana?

Dopo le rivelazioni di Science, pubblicato integralmente il rapporto Ichese, che ipotizza un collegamento tra sisma emiliano ed estrazione di petrolio nelle vicinanze. Aggiornamento 15 aprile 2014: il rapporto Ichese è stato pubblicato in versione integrale. Nelle conclusioni si legge: “Lo studio effettuato non ha trovato evidenze che possano associare la sequenze sismica del maggio 2012 in Emilia alle attività operative svolte […]

» Read more