Questo è il motivo per cui la NASA sospetta che la vita di Marte possa essere nascosta sottoterra

Secondo gli scienziati che si sono recentemente incontrati alla conferenza del National Cave and Karst Research Institute (New Mexico, USA), il posto migliore per cercare la vita su Marte è il sottosuolo, in particolare le grotte sotterranee profonde.

Il nuovo e più sofisticato rover della NASA, che dovrebbe essere lanciato tra qualche mese, può aiutare nella ricerca e raccolta di campioni in questi luoghi, successivamente inviati sulla Terra.

Loading...

Acqua stabile

La superficie secca, ghiacciata e piena di radiazioni di Marte non è certamente un ambiente soggetto alla vita. D’altra parte, i ricercatori ritengono che il sottosuolo del pianeta, dove l’acqua può essere stabile, possa essere abitabile.

Questo è quello che pensa Vlada Stamenković, scienziata del Jet Propulsion Laboratory della NASA.

“La superficie di Marte è un ambiente molto ossidante e ricco di radiazioni, dove l’acqua liquida non è realmente stabile per lungo tempo. È il posto peggiore per cercare luoghi di vita su Marte. Le acque sotterranee potrebbero essere l’unico habitat per la vita su Marte, se esistono ancora oggi “, ha detto alla conferenza.

Grotte

Ci sono crateri sulla superficie di Marte in cui il “tetto” di un tubo di lava è parzialmente crollato e ha creato una sorta di “lucernario”. L’immagine sopra mostra la possibilità per 1.000 di queste “grotte” protette sotterranee.

Questi siti potrebbero essere ottimi punti di partenza per la ricerca della vita microbica su Marte.

Qui sulla Terra, i ricercatori hanno già trovato prove di attività microbica sotto forma di biofilm, fanghi e minerali indotti con batteri in questi tipi di grotte.

Ci sono alcuni modi per identificare questo tipo di vita sul Pianeta Rosso. Ad esempio, Kevin Webster, uno scienziato presso l’Institute of Planetary Science (USA), sta studiando l’aria delle caverne come bio-firma, analizzando la concentrazione di gas nelle grotte negli Stati Uniti.

Quando si pensa alle caverne di Marte, Webster spiega che una firma biologica potrebbe venire sotto forma di rimozione dei componenti reattivi dall’atmosfera. “Le bio-firme nell’aria offrono un modo di cercare la vita che non dipende dalla genetica e che è abbastanza ampio da coprire il funzionamento della vita anche se non condivide la nostra biochimica”, ha detto. [ Futurismo , Spazio ]

Fonte: hypescience.com

SEGUICI SENZA CENSURA SU TELEGRAM

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

Loading...