Il pianeta nel sistema stellare più vicino al nostro Sole ‘può avere oceani’

Secondo uno studio del Centro Nazionale per la Ricerca Scientifica (CNRS) francese, un pianeta roccioso scoperto nella zona “abitabile” della stella più vicina al nostro Sole può essere coperto da oceani. Il team di astrofisici ha calcolato le dimensione della sua superficie e le sue possibili proprietà, concludendo che il pianeta extrasolare Proxima B può avere mari simili a quelli della Terra.

» Read more

Scoperti due pianeti ai bordi del nostro sistema solare, e uno di loro può avere la vita

Gli astronomi hanno fatto recentemente due nuove scoperte che espandono i limiti conosciuti del nostro sistema solare, e rappresentano i più grandi progressi nella ricerca di vita extraterrestre finora. Stiamo parlando di due nuovi pianeti, tra cui uno come la Terra che è abbastanza vicino per essere  studiato in dettaglio.

» Read more

Scoperto l’esopianeta roccioso più vicino alla Terra a soli 21 anni luce da noi

Un pianeta roccioso transitante, che eclissa ad intervalli regolari il disco della propria stella madre. Il suo anno, ovvero il periodo orbitale, dura appena tre giorni, il che rende la sua temperatura incandescente. Non è esattamente un gemello della Terra in senso stretto quindi, ma comunque un oggetto raro e prezioso per gli astronomi  

» Read more

Scoperta una megaterra con una composizione simile alla Terra ma 17 volte più densa

Grazie allo spettrografo HARPS che guarda nella stessa zona di cielo del satellite della NASA Kepler, gli astronomi del consorzio Italia-USA-Uk-Svizzera hanno potuto trovare un pianeta con una composizione simile alla Terra ma 17 volte più denso

» Read more

Qui una volta era tutto un pianeta ed era anche abitabile

Attorno alla nana bianca GD 61 si vedono i resti di almeno un pianeta roccioso e con abbondanti quantità di acqua. Doveva trattarsi di un sistema planetario molto simile al nostro e sulla carta in grado di ospitare la vita, prima che la sua stella morisse. E anche il nostro sistema prima o poi finirà così. Lo studio su Science. […]

» Read more