Cometa gigante o pianeta minore? Oggetto ‘radicalmente eccezionale’ attraversa il Sistema Solare

Gli astronomi hanno recentemente esaminato la Dark Energy Survey per mappare migliaia di supernovae e molti milioni di galassie nel tentativo di saperne di più sull’espansione del nostro universo, e si sono imbattuti in qualcosa del tutto inaspettata. Una roccia spaziale gigante, che si dice sia una “mega-cometa” o un pianeta minore, si sta facendo strada attraverso il Sistema Solare, […]

» Read more

Un fenomeno che sfida ogni legge della fisica osservato al CERN

Potrebbe essere la prova dell’esistenza di forze o particelle mai osservate. É un’osservazione davvero unica quella appena realizzata al Cern di Ginevra, dove durante un esperimento condotto grazie all’acceleratore di particelle, il Large Hadron Collider (LHC), è stato osservato come il processo di decadimento di una particolare tipologia di quark, il cosiddetto ‘beauty quark’, non ha prodotto la stessa quantità di elettroni e muoni (i ‘cugini’ […]

» Read more

Forse abbiamo rilevato per la prima volta un segnale radio da un esopianeta. Cosa significa?

Grazie a una nuova tecnica basata sul rilevamento delle emissioni radio, un team di astronomi ha scoperto un debole segnale radio proveniente da un esopianeta La caccia a nuovi mondi continua senza sosta. E ora, sembrerebbe proprio che un team di astronomi internazionale, coordinato dalla Cornell University, sia riuscito a identificare un segnale radio proveniente da un esopianeta, nella costellazione di Boötis. Un debole e […]

» Read more

Perseidi, pronti per le stelle cadenti di San Lorenzo? Ecco quando vederle

È uno degli sciami più attesi dell’anno, per via dell’alta frequenza e luminosità delle sue meteore. Ecco tutto quello che c’è da sapere sulle Perseidi, le lacrime di San Lorenzo In Italia tradizione vuole che si osservino il 10 agosto, durante la notte dedicata a San Lorenzo, di cui rappresenterebbero le lacrime bloccate in cielo, pronte a ricadere ogni anno sul nostro […]

» Read more

L’artico siberiano é di nuovo in fiamme

L’Artico è di nuovo in fiamme. L’Artico siberiano ha dovuto subire temperature record per il secondo anno consecutivo e ora è in fiamme con alcuni dei peggiori incendi che si siano visti nella memoria recente. Il Servizio per i cambiamenti climatici di Copernicus , il programma di osservazione della Terra dell’UE, ha recentemente riferito che ci sono attualmente livelli record di incendi nell’Artico […]

» Read more

Le calotte glaciali si stanno sciogliendo

Utilizzando il più avanzato strumento laser per l’osservazione del globo terrestre, un team di scienziati guidato dall’Università di Washington ha effettuato misurazioni precise di come le calotte glaciali della Groenlandia e dell’Antartico hanno subito una perdita netta di ghiaccio nel corso di 16 anni. In un nuovo studio pubblicato sulla rivista Science (1), gli scienziati hanno scoperto che la perdita netta di […]

» Read more

Polo Nord: si richiude il più grande buco dell’ozono artico

Lo strato di gas è tornato alle condizioni normali. Il buco dell’ozono “senza precedenti” per le dimensioni e durata, rilevato nell’Artico quest’anno, si è interamente chiuso. A renderlo noto è il Centro Europeo per le Previsioni Meteorologiche a Medio Termine (ECMWF) sul suo account Twitter. Nel mese di marzo, gli scienziati hanno osservato segni di una strana ”apertura” nello strato di ozono al […]

» Read more

Confinamento: 12 consigli per i bambini e le loro famiglie

L’attività educativa nelle scuole è stata paralizzata. Questi sono alcuni consigli per organizzare la routine a casa e trarre vantaggio educativo dalla situazione in cui ci troviamo. L’emergenza sanitaria causata dall’espansione del COVID-19 ha cambiato il nostro stile di vita e la nostra routine quotidiana. La cosa più sorprendente è che, a causa dello stato di allarme, dobbiamo rimanere a casa il […]

» Read more

I ricercatori fanno un passo incredibile verso la cura dell’Alzheimer

I ricercatori hanno completato con successo un test che ha completamente eliminato l’Alzheimer dalle cavie. Il team formato dai ricercatori della Clinica Lerner Research Institute di Cleveland, Stati Uniti d’America, ha scoperto che la fine graduale di un enzima chiamato BACE1 inverte completamente la formazione di placche amiloidi nel cervello dei topi con malattia di Alzheimer, migliorando in tal modo la […]

» Read more