Il fumo degli incendi in Australia raggiungerà tutto il pianeta

Il fumo australiano coprirà l’intero pianeta. A dichiararlo è la NASA in un post ufficiale in cui mostra i dati della sua flotta satellitare.  “Già l’8 gennaio – dichiarano gli scienziati – il fumo aveva viaggiato per metà della Terra, attraversando il Sud America’‘. Secondo le previsioni, la coltre di fumo dovrebbe fare il giro completo in tutto il mondo, tornando ancora una volta nei cieli […]

» Read more

L’inverno è sempre più corto, anche nel nord Europa

Dai fiordi norvegesi alle città russe, temperature calde record con meno neve e pioggia hanno lasciato l’estremo nord dell’Europa, fino ai primi di gennaio, ancora in attesa dell’inverno artico. E alle Svalbard siamo al 109° mese consecutivo con temperature sopra la norma. Sunndalsora, una piccola città della Norvegia occidentale, pur se in condizioni meteorologiche particolari, ha registrato i primi di […]

» Read more

Negli Usa la frequenza degli uragani è aumentata del 330% e sono diventati più grandi, più forti e più distruttivi

Il legame con il cambiamento climatico era oscurato dall’incertezza statistica, con un nuovo metodo è diventato improvvisamente evidente Lo studio “Normalized US hurricane damage estimates using area of total destruction, 1900−2018”, pubblicato su PNAS da Aslak Grinsted,   Peter Ditlevsen e Jens Hesselbjerg Christensen del Center for Is og Klima del Niels Bohr Institutet della Københavns Universitet dimostra che «Dal 1900, gli uragani sono diventati più […]

» Read more

Sotto l’albero o in macchina? Cinque consigli su come agire in caso di fulmini

Non è un mistero per nessuno che certi periodi dell’anno riescono a farci impazzire. Un giorno ti svegli e il sole ti dà il benvenuto: ti aspetta una bella e assolata mattina. Il giorno seguente, un tuono fragoroso ti sveglia alle 2 del mattino e il freddo ti attanaglia il corpo. Arriva il maltempo e devi tenere presenti alcuni importanti suggerimenti.

» Read more

Non siamo pronti all’inversione dei poli magnetici della terra, ma può accadere in qualsiasi momento

La Terra è circondata da un campo magnetico abbastanza esteso,che inverte la sua polarità di volta in volta. I poli cambiano posto, con il nord che gira verso sud e viceversa. Negli ultimi 20 milioni di anni, abbiamo avuto un’inversione standard dei poli magnetici ogni 200.000 – 300.000 anni. Tra gli scambi è successo anche che i poli a volte abbiano  […]

» Read more

I livelli di ossigeno nel mare sono diminuiti a causa del cambiamento climatico

Sappiamo che il cambiamento climatico sta avendo un impatto drastico sulle calotte polari e sui ghiacciai, ma sta anche cambiando la composizione chimica degli oceani. Mentre i livelli di biossido di carbonio sono in aumento, un nuovo studio ha documentato come la concentrazione di ossigeno negli oceani sta diminuendo .

» Read more

Il Niño ha una probabilità del 60% di durare per tutto il 2015. Ipotesi doppiamente inquietante

La National Oceanic and Atmospheric Administration (NOAA)  sostiene che vi è  una possibilità del 60 per cento che El Niño dichiarato nel marzo  possa continuare per tutto l’anno. El Niño è un modello di tempo”caratterizzata da temperature insolitamente calde nelle acque equatoriali  del Pacifico equatoriale.” Forti eventi di  El Niño sono associati con condizioni meteorologiche estreme intorno al globo specie […]

» Read more

Il mistero della Valle della Morte: la Nasa svela il fenomeno delle ‘pietre mobili’

La Valle della Morte è uno dei posti più affascinanti del pianeta. Nella vasta area desertica che si estende per 225 chiometri, esiste un luogo che sfida la comprensione umana chiamato Racetrack Playa, un lago asciutto conosciuto in tutto il mondo per il cosiddetto fenomeno delle “pietre mobili”.

» Read more