Zoonosi e allevamenti animali: perché è necessario che qualcosa cambi

Dai wet market agli allevamenti intensivi, l’insorgere di malattie potenzialmente pericolose anche per noi è dietro l’angolo. Ripensare il settore zootecnico è più che mai urgente. Le prime notizie sul Covid-19 davano per certo che il virus avesse avuto origine nel discusso mercato di Wuhan, nel quale venivano venduti generi alimentari e animali vivi. Nonostante si stia ancora cercando di […]

» Read more

Questo affettuoso Doggo ama porgere la zampa alle persone che passano dalla sua cuccia

Ammettiamolo: i cani odiano stare nei canili,la ricreazione limitata e la mancanza di attenzioni possono avere un effetto negativo sulla loro salute mentale e fisica. Ecco perché i rifugi stanno facendo del loro meglio per ottenere tante adozioni il ​​più rapidamente possibile in modo che i cani possano godere dell’amore e dell’attenzione che meritano. Alcuni animali giocano tenendo oggetti con le zampe […]

» Read more

Favolose palme rinate da antichi semi in Israele

In Israele, i ricercatori sono riusciti a coltivare le palme dai semi che risalgono al mondo antico. Sono stati in grado di coltivare alberelli di palma simili a quelli coltivati un tempo nell’antica Giudea . Questi alberi produssero datteri famosi, ma si erano estinti a causa della guerra e delle invasioni. Una squadra guidata da Sarah Sallon della Haddassah Medical Organization in Israele stava […]

» Read more

Gli scienziati hanno creato un “vaccino” per impedirti di essere allergico al tuo gatto

Le allergie ai gatti sono abbastanza diffuse nell’uomo e vanno da fastidiosi fiuti a cure mediche di emergenza. Le persone che sanno di essere allergiche ai gatti evitano i felini addomesticati o prendono gli antistaminici. Per molti anni, c’è stata una discussione  sull’allevamento o persino sulla modifica genetica di gatti in una versione ipoallergenica di se stessi. Un team di […]

» Read more

Le multinazionali lasciano gli allevamenti intensivi

Dietro la pressione dei consumatori, sempre più consci dei danni legati agli allevamenti intensivi, anche le grandi multinazionali – per compiacerli – provano a limitarne l’utilizzo. Parliamo di aziende che non vogliono vedere i propri marchi accostati allo sfruttamento degli animali e sono disposte – pur diminuendo i loro già cospicui profitti – a scegliere fornitori che producono la carne e le uova […]

» Read more
1 2