Identificata regione cerebrale in grado di indurre il “letargo”: la scoperta potrebbe portare all’animazione sospesa e a un miglior recupero dalle malattie

Due team di esperti sono giunti a conclusioni simili: a seguito della scoperta, “un giorno potrebbe essere possibile manipolare le sensazioni di sonno e indurre l’animazione sospesa” Identificata una regione nel cervello capace di indurre una specie di letargo nei topi e, forse, negli esseri umani. È quanto emerge da due studi indipendenti pubblicati sulla rivista Nature e condotti rispettivamente dagli esperti dell’Universita’ di Tsukuba, in […]

» Read more

L’ultima ripresa nota di una tilacina è appena stata rilasciata al pubblico

Il National Film and Sound Archive of Australia (NFSA) ha pubblicato un “nuovo” film di quello che si pensa sia l’ultimo filmato noto di una tilacina, alias la tigre della Tasmania (nonostante sia un marsupiale e non assomigli a una tigre ,ma viene chiamata con questo nome per le strisce distintive sulla schiena). Si pensa che la specie si sia estinta nel […]

» Read more

I coronavirus e pipistrelli si sono evoluti assieme per milioni di anni

Diverse specie hanno ceppi unici di coronavirus. Il bene che ci fanno i pipistrelli supera qualsiasi cosa potenzialmente negativa I pipistrelli sono utilissimi: impollinano le piante, mangiano insetti portatori di malattie e aiutano a disperdere i semi che consentono agli alberi delle foreste tropicali di riprodursi. Ma i pipistrelli, così come altri gruppi di mammiferi sono anche portatori naturali di coronavirus. Per […]

» Read more

È morto, purtroppo, il cucciolo di foca monaca avvistato in Puglia

Non è servito il pronto intervento di Ispra e della Task Force. Ma ecco cosa fare in caso di avvistamento di una foca monaca Purtroppo non ce l’ha fatta il cucciolo femmina di foca monaca del Mediterraneo (Monachus monachus), di circa sei mesi, ritrovato e recuperato il 27 gennaio a marina di Torchiarolo, una spiaggia di Torre San Gennaro, non lontano dalla […]

» Read more

Studio scopre che le nonne orca vivono a lungo per proteggere e prendersi cura dei nipoti

Gli scienziati si sono interrogati per anni sulla longevità delle orche che riescono superano di gran lunga l’età riproduttiva e la menopausa e vivono sino a 90 anni, ma adesso un nuovo studio rivela come ciò sia possibile. Un nuovo studio pubblicato su PNAS è stato basato sull’analisi di dati raccolti in trent’anni sulle popolazioni di orche che vivono nel nord ovest […]

» Read more

Morti almeno mezzo miliardo di animali negli incendi boschivi in Australia

Potrebbero essere scomparse per sempre decine di specie di piante e animali in via di estinzione L’impatto sulla biodiversità dei giganteschi incendi boschivi che stanno devastando l’Australia potrebbe essere enorme. Secondo quanto hanno detto al Times i ricercatori dell’università di Sydney nel 2019 sarebbero periti negli incendi almeno 480 milioni di mammiferi, uccelli e rettili e il fuoco continua a bruciare intere […]

» Read more

Le piante emettono urla ad ultrasuoni quando sono stressate e possiamo anche dire perché

Una nuova ricerca dell’Università di Tel Aviv in Israele ha scoperto che le piantagioni di pomodori e tabacco possono parlare. Sfortunatamente, non abbiamo potuto sentire. Usando le registrazioni, gli scienziati hanno concluso che le piante emettono suoni ad ultrasuoni quando sono stressate, per mancanza di acqua o quando il loro stelo viene tagliato. Questi suoni sono a frequenze che gli umani […]

» Read more

Orche avvistate nel porto Prà Voltri di Genova, c’è anche un piccolo: le immagini straordinarie

Nelle acque del porto Prà Voltri di Genova l’equipaggio di una piccola imbarcazione ha filmato un piccolo gruppo famigliare (pod) di orche, nel quale è presente anche un cucciolo. La loro presenza nel Mediterraneo è molto rara, ma non impossibile, come spiegato dalla biologa marina Maddalena Jahoda. Anche in passato sono stati avvistati altri esemplari di orca nei pressi delle […]

» Read more

Scoperte più di 800 ossa di mammut nell’antico sito di caccia di Tupultec II in Messico

In un’area nello stato messicano di Tultepec, destinata a diventare una discarica, è stato scoperto il più grande sito di caccia di mammiferi preistorici mai trovato nello stato, con oltre 800 ossa di 14 individui risalenti a 15.000 anni fa. Gli archeologi del National Institute of Anthropology and History (INAH) hanno scavato il sito per 10 mesi. Hanno paragonato questa […]

» Read more

Scoperto il segreto dell’ibernazione: passo avanti rivoluzionario con ricadute fantascientifiche per la medicina e l’esplorazione spaziale

Un nuovo rivoluzionario passo avanti per comprendere i meccanismi che regolano l’attivazione dell’ibernazione Un gruppo di ricerca dell’Università di Bologna ha individuato per la prima volta una rete di neuroni connessa alla regolazione dell’ingresso in letargo. La scoperta è un nuovo passo in avanti per comprendere i meccanismi responsabili dell’ibernazione: una condizione che se indotta artificialmente nell’uomo potrebbe avere importanti ricadute tanto nella medicina che nell’esplorazione […]

» Read more
1 2