Il posto migliore per smaltire l’acqua radioattiva di Fukushima? L’Oceano Pacifico

Greenpeace condanna la proposta della sottocommissione del governo giapponese per scaricare l’acqua radioattiva Il 23 dicembre la sottocommissione Handling ALPS Treated Water (Advanced Liquid Processing System) istituita dal ministero dell’economia e dell’industria del Giappone (METI), aveva presentato una proposta, divisa in tre parti, per la ”gestione” di oltre un milione di tonnellate di acqua radioattiva stoccata dopo il disastro nucleare […]

» Read more

Brevettato reattore nucleare che potrebbe generare un trilione di watt

Salvatore Cezar Pais, lo stesso ingegnere che ha brevettato un superconduttore a temperatura ambiente per la Marina degli Stati Uniti, ha appena ricevuto il brevetto per un piccolo reattore a fusione nucleare in grado di generare ovunque tra un miliardo e un trilione di watt. La notizia, data dal portale The Drive , non è stata ancora commentata dalla stessa Marina. Inoltre, non […]

» Read more

Ecco la prima immagine mai scattata sotto il pavimento del reattore nucleare di Chernobyl

Questa immagine potrebbe essere una delle fotografie più impressionanti e folle di tutti i tempi. Anche se potrebbe sembrare una Polaroid di alcuni fanghi industriali in un magazzino fatiscente, stai guardando l’epicentro del disastro nucleare di Chernobyl, che ha diffuso radiazioni letali in tutto il mondo

» Read more

Documentario del National Geographic proclama “Gli alieni esistono sulla luna” prima del cinquantesimo anniversario della luna

Mentre ci prepariamo a celebrare il 50 ° anniversario della missione Apollo sulla Luna, National Geographic rilascerà documentari per commemorare l’occasione intitolata “Apollo: Missions to the Moon”. “Mentre il mondo si prepara a festeggiare il 50 ° anniversario del primo sbarco lunare con equipaggio, il regista di Emmy e Peabody Award Tom Jennings usa il suo stile esclusivo di narrazione in prima persona per creare […]

» Read more

Dieci luoghi che Google Earth non vuole (o non può) rendere visibili

La forma più diffusa di censura nell’immaginario collettivo, probabilmente sono le antiquate regole statunitensi che pongono un ostacolo alla diffusione di immagini satellitari con la massima risoluzione che le compagnie commerciali sono autorizzate a vendere ai loro clienti. Molti di noi sono ancora convinti che le immagini satellitari del nostro pianeta visibili tramite Google Maps siano da considerarsi affidabili e […]

» Read more
1 2