FOTOSINTESI: POSSIBILE SU MARTE

Nonostante il Pianeta Rosso sia da tempo nel nostro immaginario e nei nostri sogni, poterci vivere allo stato attuale sarebbe tutt’altro discorso: l’essere umano dovrebbe fare i conti con sbalzi termici, tempeste di sabbia e un bel po’ di radiazioni. Fattibile con il supporto della tecnologia ma non certo semplice. Il micromondo ha già abbondantemente dimostrato una resistenza a condizioni di vita […]

» Read more

MARTE ERA ABITABILE: COSÌ OPPORTUNITY FESTEGGIA 10 ANNI DI MISSIONE

Marte sarebbe stato in grado di sostenere la vita microbica per centinaia di milioni di anni. I nuovi risultati sui campioni di roccia analizzati dal Mars Exploration Rover Opportunity confermano che il Pianeta Rosso aveva un clima umido e mite durante il suo passato più antico. La scoperta viene pubblicata mentre l’instancabile rover sta festeggiando il suo decimo anno terrestre sul Pianeta Rosso.

» Read more

MARTE: UN MONDO DINAMICO ANCHE SOTTO LA SUPERFICIE

Dopo decenni di osservazioni, di certo Marte non può più essere definito un pianeta morto. Tempeste e diavoli di polvere, dune in movimento, frane, fratture, nuvole e precipitazioni rendono la superficie estremamente dinamica e mutevole con il trascorrere delle stagioni. Ora, gli scienziati sospettano che un’attività altrettanto ricca possa essere presente anche nel sottosuolo. La bassa pressione atmosferica e il terreno porosopotrebbero offrire, infatti, le condizioni […]

» Read more

LE NUVOLE DI MARTE RICREATE SULLA TERRA

A prima vista le nuvole di Marte potrebbero essere considerate simili a quelle terrestri: le immagini riprese dalle sonde e dai rover (OPPORTUNITY SOL 2847: UNO SGUARDO AL CIELO) al lavoro sul Pianeta Rosso raffigurano vaporosi ciuffi ad alta quota simili ai cirri. Gli scienziati, conoscendo la composizione atmosferica di Marte, ipotizzano che queste nubi siano costituite per lo più da cristallo […]

» Read more

SUPERVULCANI ESPLOSIVI POTREBBE AVER SCONVOLTO L’ANTICO PIANETA ROSSO

L’antica superficie di Marte potrebbe esser stata ripetutamente scossa da supervulcani giganti che avrebbero scatenato colossali ed esplosive eruzioni in grado di cambiare per sempre il volto del pianeta. Esaminando un’antica zona di Marte, Arabia Terra, gli scienziati hanno scoperto quelli che potrebbero essere i resti di un supervulcano, ossia di un vulcano in grado di produrre fino a 1000 chilometri cubi di materiale durante la sua […]

» Read more

NASA CURIOSITY: SU MARTE NESSUN SEGNO DI METANO MA POTREBBE COMUNQUE ESSERCI VITA

Curiosity sol 84 MAHLI self – portrait 9332 x 6728 Courtesy NASA/JPL /Caltech/MSSS” processing 2di7 & titanio44 In questi ultimi giorni, titoli ad effetto si sono susseguiti su Marte, il metano e l’assenza di vita sul Pianeta Rosso. Tutto è nato dagli ultimi risultati del SAM (Sample Analysis at Mars), strumento a bordo del rover della NASA Curiosity, pubblicati in un articolo il 19 […]

» Read more

FOTOSINTESI: STRATEGIE DI VITA REPLICABILI SU MONDI EXTRATERRESTRI

DSCF1991 – Credit and image processing 2di7 & titanio44 Fin da bambini ci viene insegnata l’importanza degli alberi i quali, magicamente, trasformano l’aria che respiriamo. Le piante, le alghe e i cianobatteri alterano il nostro pianeta con la fotosintesi, tanto da renderlo ospitale alle forme di vita terrestri. Tale processo, con la sua semplice complessità, è parte della routine quotidiana su questo mondo […]

» Read more

TRACCE D’ACQUA NEI DESERTI MARZIANI

La sonda dell’ESA Mars Express, in orbita intorno a Marte, il 15 gennaio scorso, ha ripreso le immagini di uno dei deserti marziani, pochi gradi a sud dell’equatore, una regione senza nome poco più a nord di un antico alveo conosciuto come Tagus Valles e ad est di Tinto Valles e del cratere Palos. I crateri in quella zona erano, una volta, pieni di acqua […]

» Read more

UNO SCENARIO APOCALITTICO: COSÌ SARÀ LA TERRA TRA 2 MILIARDI DI ANNI

Come sarà la vita sulla Terra tra 2 miliardi di anni? Probabilmente dominata dai batteri, gli unici in grado di sopravvivere a temperature estreme. Un nuovo studio, condotto dal PhD Jack O’Malley James dell’Università di St Andrews, racconta il futuro del nostro pianeta con importanti implicazioni per la ricerca della vita extraterrestre in altri mondi.

» Read more

MARTE: 4 MILIARDI DI ANNI FA ERA RICCO DI OSSIGENO

  Spirit sol 601 PanCam “Courtesy NASA/JPL-Caltech.” processing 2di7 & titanio44 Da molti anni gli scienziati studiano i meteoriti marziani arrivati sulla Terra ma queste rocce spaziali, anche se classificate come provenienti dal Pianeta Rosso, presentano molte differenze con le rocce studiate sulla superficie dai rover. Il nichel, che caratterizza la maggior parte delle rocce presenti sul pianeta, è invece contenuto in quantità […]

» Read more
1 2 3