Il Grande Muro Verde, il sogno ecologico dell’Africa già in costruzione

È una striscia rimboschita di 8.000 chilometri che potrebbe attraversare il continente africano. La sua missione? Ebbene, questa striscia dovrebbe fermare la desertificazione e il cambiamento climatico.

È il sogno ecologico dell’Africa ed è già in costruzione, è il Grande Muro Verde , che dovrebbe estendersi a sud del Sahara. Ciò combatterebbe la crescita della striscia arida che si estende dal Senegal a Gibuti.

Loading...

NON È SOLO UN PROGETTO AMBIENTALE, MA ANCHE SOCIALE

Il lavoro è necessario per seminare … e poi per mantenere questa barriera vegetale. Pertanto, il muro verde fornirebbe 10 milioni di posti di lavoro in un continente che necessita di tali incentivi economici.

Con questo progetto, si prevede di combattere fino a 250 milioni di tonnellate di CO2 . Una vera speranza per mitigare il cambiamento climatico . Il territorio africano è uno dei più ricchi di specie vegetali del pianeta.

Sono già diventati parte di questo muro. Tuttavia, entro il 2030 si prevede di seminare 8,2 milioni di ettari all’anno . Cioè, l’importo di 83 milioni per il terzo decennio del 21 ° secolo.

GRAN NUMERO DI PAESI AFRICANI COINVOLTI NEL MURO VERDE

Vale la pena dire che tutte queste nazioni hanno collaborato . Tuttavia, per raggiungere l’obiettivo è necessario il supporto di altre parti del mondo. Vediamo alcuni dei numeri raggiunti fino a questa data:

– Il Senegal ha ripristinato 25.000 ettari di suolo povero e piantato 11 milioni di alberi.

– Nigeria : ha raggiunto l’obiettivo di piantare 5 milioni di ettari.

– Burkina Faso, Mali e Sudan : hanno lavorato per recuperare 4.500 ettari disboscati.

– Etiopia : ha raggiunto un eccellente programma di proprietà fondiaria. Allo stesso modo, ha implementato un imponente programma di piantumazione di alberi che raggiunge già i 15 milioni di ettari.

Pertanto, possiamo dire che il grande muro verde è già in corso . Una grande idea per salvaguardare il continente africano, che ha anche posti sulla Terra che non sono stati ancora esplorati .

L’URGENZA DI PROMUOVERE IL GRANDE MURO VERDE AFRICANO

Se questo progetto non viene eseguito, una buona parte delle terre di questo continente perderà le loro aree verdi . Brutte notizie per il pianeta, che si aggiungerebbero anche alla distruzione dei bacini amazzonici.

Resta da dire che l’Onu chiede il sostegno internazionale per completare questa barriera vegetale. Va ricordato che è un polmone del mondo, non è solo una questione specifica di un continente e di alcuni paesi.

Cosa si ottiene realizzando questa barriera vegetale? Ebbene, il grande ecosistema africano continuerebbe a pulire l’atmosfera. Inoltre, la massiccia desertificazione che semina il caos sulla biodiversità verrebbe fermata.

Fonti :

IPSNEWS

NEWS.UN

Fonte:www.bioguia.com

SEGUICI SENZA CENSURA SU TELEGRAM

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

Loading...