La pianta medicinale che cura 25 malattie!Pseuderanthemum Palatiferum

Lo Pseuderanthemum palatiferum chiamato anche “Albero delle perle” o “Hoan Ngoc” è un piccolo arbusto appartenente alla famiglia delle Acanthaceae, alto 2-3 metri sempreverde, originario delle foreste incontaminate del Vietnam. Cresce nelle zone più inviolate della foresta con clima caldo-umido. La pianta è conosciuta fin dagli anni 90’ ma solo in questi ultimi anni è diventata popolare per la sua coltivazione a scopi medicinali.

Sostanze attive:

Loading...

Hoan Ngoc è molto ricco di sostanze nutritive e sostanze biologicamente attive di alto valore medicinale: flavonoidi, kaempferolo 3, lupeolo, lupenone, β-sitosterolo, stigmasterolo, poriferasterolo, 1-triacontanolo, apigenina, fitolo, saponine, glicerolo 1-esadecanoato, beta-D-glucopiranosil, sitosterolo, acido salicilico, acido palmitico, acido pomolico, acido betulinico, pentacosan-1-olo, ecc. Nelle varie parti vegetative ci sono glicosidi fenolici spesso in composti iridoidi, alcaloidi e diterpenoidi.

Ultimamente è stato individuato un nuovo composto, scientificamente chiamato “palatilignano BNGATN” che promette di curare le più pericolose malattie del nostro secolo: cancro, HIV / AIDS, malattie infiammatorie e autoimmuni ecc. Il palatilignano BNGATN ha una forte attività citotossica e anticancro e per questo è stato immediatamente brevettato. Proprio per le numerose sostanze trovate, l’università di Tokyo e l’università di Can Tho giapponese, hanno riconosciuto che la pianta è in grado di prevenire e curare 25 patologie importanti, di cui confermati dagli studi tre tipi di tumori (colon, prostata, cancro linfatico).

Altre ricerche scientifiche:

Pubmed: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/30226114

Sciencedirect: https://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S2221169115002701

Planta medica: https://www.thieme-connect.com/products/ejournals/abstract/10.1055/s-0030-1250683

Scinapse:  https://scinapse.io/papers/2017609691

Le principali proprietà: antinfluenzale, antimicotica, antibatterica, antinfiammatoria, antiossidante, emostatica, antidiarroica, antivirale, antidolorifica, ipoglicemizzanti, antipertensiva, antifibrotica (per il polmone). 

Naturalmente i vietnamiti usano tradizionalmente la pianta, cioè ingerendo le foglie come una normale erba, a stomaco vuoto o a pasto, utilizzando posologie diverse a seconda della patologia. Per fare un esempio: diabete mellito 7-9 foglie a pasto, psoriasi 2 -10 foglie, influenza e febbre 8 foglie (anche ogni ora), effetti collaterali di radio e chemioterapia 7- 8 foglie, fibrosi polmonare 7-9 foglie, etc. Le foglie sono insapori, quindi semplicemente facili da mangiare. I vietnamiti consigliano di masticare bene la foglia, con molta saliva, giacché questa svolge un ruolo importante nell’assorbimento e nella cura. Recentemente infatti si è venuti a conoscenza che masticando correttamente a lungo, si stimolano le cellule dei linfociti Th17 rinforzando così il sistema immunitario. Forse i vietnamiti nella loro inconsapevolezza hanno scoperto quello che i ricercatori dell’University and National Institutes of Health (USA) hanno rivelato.

Azione antibatterica: Le foglie fresche sono efficaci contro numerosi batteri gram negativi (Escherichia coli, Pseudomonas aeruginosa, Salmonella sp. Shigella flexneri, Shigella sp.), batteri gram positivi (Staphylococcus aureus, Streptcoccus pyogenes) e anti-fungini come Aspergillus niger, Fusarium oxysporum, Candida albicans, Candida stellatoidea etc.         

Hoan Ngoc tratta tutte le seguenti patologie: dolori muscolari, artrite reumatoide, osteoporosi, distorsioni, ipertensione, influenza, febbre, disturbi digestivi e gastrici, emorragia intestinale, gozzo, epatite, nefrite, insufficienza renale, malattie della vescica, cataratta, glaucoma, vertigini, fibrosi polmonare, cirrosi, ascite, insonnia, colite, malattie cardiache, iperlipidemia, psoriasi, Alzheimer, patologie cardiache, ischemia cardiaca, paralisi facciale, stress, dissenteria, stipsi, lebbra, emorroidi, fibromialgia, piaghe e ferite (applicazione con impasto di foglie fresche). Svolge un efficace azione sui seguenti tipi di cancro: colon, prostata, cancro linfatico, cancro ai polmoni, carcinoma epatico.

Le foglie si possono essiccare e preparare delle infusioni per il tè; tuttavia solo foglie e radici che hanno compiuto sette anni di vita possono essere utilizzate! Le radici dopo tanti anni, hanno concentrazioni più elevate di principi attivi, pertanto il tè è considerato un ottimo prodotto erboristico per curare più efficacemente le malattie più importanti.

Coltivazione:

Per la coltivazione Hoan Ngoc necessita di terreni molto fertili e ben drenati con presenza di acqua. Annaffiature 3 volte d’inverno e quasi tutti i giorni in estate. Evitare di bagnare le foglie altrimenti seguono malattie.

Questa pianta può essere coltivata in vaso e tenuta in casa come pianta d’appartamento, scoprendo in primavera anche dei bellissimi fiorellini blu/azzurri. In vaso ovviamente le dimensioni della pianta saranno inferiori e le proprietà saranno anche minori rispetto a quelle in piena terra e alla zona di origine.

La pianta coltivata all’esterno può defogliarsi quando le temperature scendono sotto i 2° C e ma può rigettare quando arriva la primavera, soprattutto se l’inverno è stato mite. In pieno campo può essere coltivata in file, all’ombra o mezz’ombra. Parassiti principali: cocciniglie. Il piccolo arbusto una volta cresciuto vi ricompenserà con 700 a 1000 foglie!

Walter Nadari

SEGUICI SENZA CENSURA SU TELEGRAM

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

Loading...