Come si predice l’infarto (e come si evita), basta un semplice esame del sangue

Al via la fase due di un nuovo studio multicentrico per predire il rischio di infarto associando i dati TAC a quelli di biomarcatori presenti nel sangue l Centro Cardiologico Monzino apre la seconda fase del reclutamento dello studio INTESTRAT-CAD, che permetterà di predire se una persona con aterosclerosi svilupperà un infarto miocardico acuto, sulla base dei risultati di una TAC coronarica e di un […]

» Read more

Tumori: scienziata italiana inventa tecnica per individuare il cancro prima che si diffonda

Tumori: la scienziata italiana Patrizia Paterlini-Bréchot ha sviluppato una tecnologia di filtrazione del sangue che permette il riconoscimento precoce del cancro

» Read more

«Le nanoparticelle ci fanno ammalare»

Da oltre 15 anni sono impegnati, insieme, nella ricerca sulle nanopatologie; da oltre 40 operano nel campo della ricerca biomedica. Sono stati dapprima ignorati, poi osteggiati, boicottati, criminalizzati. «Sosteniamo una tesi assai scomoda – spiegano Stefano Montanari e Antonietta Gatti – e cioè che molte patologie sono causate proprio dal nanoparticolato in cui siamo immersi, frutto di emissioni inquinanti ma […]

» Read more