Una nuova generazione di piante che emettono luce

Affinata al Mit una tecnologia studiata dal 2017: nanoparticelle fosforescenti permettono a piante vive di immagazzinare e riemettere luce con maggiore intensità e per più tempo Riuscite a immaginare di leggere un libro “al chiaro” di un basilico? O di sostituire i lampioni stradali con delle piante orecchio di elefante gigante della Thailandia? Al Mit di Boston già ci riescono e stanno lavorando per renderlo realtà in futuro. Dopo aver […]

» Read more

Nanoparticelle pericolosissime trovate nel cervello umano: possono portare alla morte

Un’équipe internazionale di scienziati ha identificato la presenza di combinazioni insolite di rame e ferro nei cervelli di pazienti affetti dal morbo di Alzheimer. Il gruppo di studiosi provenienti da Gran Bretagna, Germania e USA hanno descritto, in un articolo pubblicato sul giornale Science Advances, il ritrovamento di questi metalli in due pazienti con l’Alzheimer e come questa scoperta aiuterà […]

» Read more

Creata rivoluzionaria retina artificiale liquida: così fa recuperare la vista

Un team di ricerca italiano ha realizzato la prima retina artificiale liquida al mondo, in grado di far recuperare la vista grazie a nanoparticelle di idrogeno e carbonio che sostituiscono i fotorecettori danneggiati. È stata pensata per combattere la cecità provocata da patologie come la retinite pigmentosa e la degenerazione maculare. Al momento è stata testata con successo solo su […]

» Read more

La Grande Piramide di Giza potrebbe focalizzare l’energia elettromagnetica nelle sue camere

E anche se gli antichi egizi probabilmente non erano a conoscenza di questa particolarità, lo studio potrebbe essere importante in futuro per la ricerca sulle nanoparticelle tratto da www.sciencealert.com

» Read more

«Le nanoparticelle ci fanno ammalare»

Da oltre 15 anni sono impegnati, insieme, nella ricerca sulle nanopatologie; da oltre 40 operano nel campo della ricerca biomedica. Sono stati dapprima ignorati, poi osteggiati, boicottati, criminalizzati. «Sosteniamo una tesi assai scomoda – spiegano Stefano Montanari e Antonietta Gatti – e cioè che molte patologie sono causate proprio dal nanoparticolato in cui siamo immersi, frutto di emissioni inquinanti ma […]

» Read more