Scopri il piano che cerca di trasformare metà del mondo in una riserva naturale

Sostenuto da strenui difensori dell’ambiente, questo ambizioso piano prevede di trasformare mezzo mondo in una riserva naturale.

L’invasione del mondo da parte dell’umanità sta progredendo a passi da gigante e se non facciamo qualcosa al riguardo, le conseguenze potrebbero essere disastrose. Gli sforzi per salvare il pianeta ogni giorno sono sempre più numerosi e ora un piano ambizioso prevede di trasformare metà del mondo in una riserva naturale.

Loading...

Quella che era iniziata come un’idea nella mente dell’ambientalista e biologo americano EO Wilson ora prende forma ed è diventata l’interesse di scienziati e gruppi ambientalisti. Wilson prese in considerazione l’idea di escogitare un piano per trasformare mezzo mondo in una riserva naturale.

PROGETTO MEZZA TERRA

Grazie all’idea che si è diffusa anche ad altre menti preoccupate per il pianeta, ora è diventato un piano solido. Sotto il nome di Half Earth Project , Wilson e il suo team uniscono la ricerca scientifica e gli sforzi di sensibilizzazione per trasformare la loro preoccupazione in un argomento di discussione globale.

Il suo obiettivo è quello di lanciare  un appello a proteggere metà della terra e del mare, al fine di gestire un habitat sufficiente per invertire la crisi di estinzione delle specie e garantire la salute a lungo termine del nostro pianeta” .

Ha anche una mappa satellitare che presenta dinamicamente il mondo per capire dove sono necessari maggiori sforzi di conservazione sul pianeta.

Include fattori come il National Species Index e le Report Card , che aiutano a misurare quanti gruppi di specie sono protetti dagli sforzi di conservazione di ciascun paese. Inoltre, le pagelle mostrano la congruenza con gli sforzi tra ciascuna nazione e i risultati ottenuti.

Il Global Agreement for Nature (GDN) ha anche ossessionato l’idea di trasformare mezzo mondo in una riserva naturale.

L’obiettivo centrale di quest’ultimo è che il 30% della superficie terrestre ottenga lo status di protezione. E cerca anche un ulteriore 20% da dichiarare come aree di stabilizzazione climatica entro il 2030.

Gli obiettivi della Rete Display di Google sono allineati con l’ accordo di Parigi . Secondo l’associazione, la protezione del 50% della Terra avrebbe la positiva conseguenza di mantenerci al di sotto di 1,5°C della temperatura media in epoca preindustriale.

Foto di Henning Sørby da Pixabay 

Fonte: ecoosfera.com

Fonte: www.bioguia.com

Loading...