Per la prima volta, un processo di invecchiamento è stato invertito negli esseri umani: studio

Ogni volta che una cellula all’interno del tuo corpo si replica, un pezzo della sua giovinezza cade a pezzi. Ciò è dovuto all’accorciamento dei telomeri, strutture che “ricoprono” le estremità dei nostri cromosomi.

Ora, gli scienziati in Israele affermano di essere stati in grado di invertire questo processo ed estendere la lunghezza dei telomeri in un piccolo studio che ha coinvolto 26 pazienti.

Loading...

I partecipanti si sono seduti in una camera di ossigeno iperbarica per cinque sessioni di 90 minuti a settimana per tre mesi e, di conseguenza, alcuni dei loro telomeri cellulari sono stati estesi fino al 20%.

È una scoperta impressionante e qualcosa che molti altri ricercatori hanno provato in passato senza successo. Ma è chiaro che vale la pena sottolineare che questo lavoro ha avuto un piccolo campione e i risultati dovranno essere replicati prima di poter essere molto entusiasti.

Tuttavia, il fatto che l’ossigenoterapia iperbarica sembra influenzare la lunghezza dei telomeri è un’idea interessante che merita ulteriori indagini.

Il ricercatore principale, Shair Efrati, medico della Facoltà di Medicina e della Sagol School of Neuroscience dell’Università di Tel Aviv, ha spiegato a ScienceAlert quale fosse l’ispirazione alla base del suo esperimento.

“Dopo l’ esperimento con i gemelli condotto dalla NASA , dove uno dei gemelli è stato inviato nello spazio e l’altro è rimasto sulla Terra, dimostrando una differenza significativa nella lunghezza dei telomeri, ci siamo resi conto che i cambiamenti nell’ambiente esterno possono influenzare i processi centrali di invecchiamento cellulare “afferma Efrati.

I telomeri sono pezzi di codice ripetuti che agiscono nel DNA come la copertura di plastica sulla punta di un laccio.

Si copiano insieme al resto dei cromosomi ogni volta che una cellula si divide. Tuttavia, con ogni replica, piccoli pezzi di codice alla fine della sequenza non riescono a raggiungere la nuova copia, lasciando il cromosoma appena duplicato un po ‘più corto del suo predecessore.

Come chiunque abbia perso la punta del pizzo, non ci vuole molto perché il pizzo si slacci. Allo stesso modo, i telomeri più corti aumentano il rischio di mutazioni pericolose.

Queste mutazioni coincidono con cambiamenti che ci predispongono a una serie di condizioni legate all’età, incluso il cancro.

Ciò non significa necessariamente che invecchiamo perché i nostri telomeri si restringono, ma esiste una connessione tra la lunghezza dei telomeri e la salute che i ricercatori sono ansiosi di indagare ulteriormente.

“I telomeri più lunghi sono correlati a migliori prestazioni cellulari”, ha spiegato Efriti.

Esistono molti modi per accelerare l’erosione dei nostri telomeri. Non dormire a sufficienza, mangiare troppo cibo trasformato e avere figli.

Ridurne la perdita richiede un piccolo sforzo, ma l’esercizio fisico regolare e mangiare bene sono buoni consigli se vuoi che i tuoi cromosomi rimangano più a lungo.

Un vero risultato sarebbe invertire completamente la nostra clessidra cromosomica e restituire le sezioni mancanti del telomero. Il fatto che i tessuti altamente rinnovati che rivestono il nostro intestino lo facciano naturalmente, utilizzando un enzima chiamato telomerasi, ha portato alla ricerca di questo fenomeno negli ultimi anni.

Quest’ultimo studio ha rilevato che i telomeri linfocitari di 26 volontari avevano recuperato circa un quinto della loro lunghezza persa.

La chiave, a quanto pare, è l’ossigenoterapia iperbarica (HBOT); assorbimento di ossigeno puro stando seduti in una camera pressurizzata per lunghi periodi; in questo caso, cinque sessioni di 90 minuti a settimana per tre mesi.

HBOT ha attirato polemiche in passato per aver affermato di poter trattare una serie di malattie. Di solito è il tipo di terapia che daresti a un subacqueo per risalire molto velocemente in superficie o per uccidere i microrganismi sensibili all’ossigeno in una ferita che altrimenti non guarisce.

Ma gli ambienti ricchi di ossigeno sono anche dietro uno strano paradosso che porta il corpo a una serie di cambiamenti genetici e molecolari che normalmente si verificano in un ambiente a basso contenuto di ossigeno.

In quello studio, i ricercatori sono stati in grado di dimostrare che i cambiamenti genetici causati dall’HBOT hanno esteso i telomeri e hanno avuto anche un effetto potenzialmente positivo sulla salute dei tessuti stessi.

Un campione leggermente più piccolo di volontari ha anche mostrato una significativa diminuzione del numero di cellule T senescenti, tessuti che costituiscono una parte vitale della risposta mirata del nostro sistema immunitario contro gli invasori.

“Una volta che abbiamo dimostrato l’effetto inverso dell’invecchiamento nella coorte di studio utilizzando il protocollo HBOT predefinito, sono necessari ulteriori studi per ottimizzare il protocollo specifico per individuo”, ha detto Efrati.

In un comunicato stampa del Sagol Center for Hyperbaric Medicine and Research, Efrati afferma che la comprensione dell’accorciamento dei telomeri è “considerata il ‘Santo Graal’ della biologia dell’invecchiamento”.

Per quanto significativo possa essere il restringimento dei telomeri, il fallimento della nostra biologia con l’avanzare dell’età è senza dubbio un problema complicato che coinvolge molto di più della mancanza di pezzi cromosomici.

La riattivazione della telomerasi è anche un trucco usato dai tumori per crescere rapidamente che potenzialmente avvelenerebbe questa tazza che dobbiamo capire meglio prima di berne troppa.

È entusiasmante che ricerche come questa ci aiutino ad avere un’idea migliore del processo di invecchiamento.

La ricerca è stata pubblicata sulla rivista scientifica Aging .

Foto di Free-Photos da Pixabay 

Fonte: hypescience.com

SEGUICI SENZA CENSURA SU TELEGRAM

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

Loading...