A Copenaghen sorgono nuovi parchi pubblici su isole galleggianti

Marshall Blecher e Studio Fokstrot hanno introdotto un nuovo sistema di isole galleggianti nel porto di Copenaghen che saranno utilizzate come nuovi spazi pubblici e parchi per la città. Si chiamerò Parkipelago

Mai come in questa quarantena abbiamo imparato ad apprezzare la vita all’aria aperta e il contatto con la natura e le sue bellezze. A Copenaghen un nuovo sistema di isole galleggianti nel porto sta per offrire ai cittadini  nuovi spazi pubblici e parchi verdi dove rilassarsi. Si possono raggiungere a nuoto, in barca o in kayak. Il progetto dell’architetto australiano Blecher e lo studio danese Studio Fokstrot mira a offrire alla città nuovi modi per vivere all’aperto e in modo sostenibile. Parkipelago sarà il nome del nuovo arcipelago in costruzione fatto di strutture galleggianti ecocompatibli, facili da spostare, per adattarsi a diversi utilizzi in base alle stagioni.

Loading...

Parkipelago sarà costruito nel porto di Copenaghen: d’estate le varie isole, che si potranno raggiungere a nuoto, in barca o in kayak, saranno posizionate in zone poco utilizzate della città per creare nuovi sistemi di parchi galleggianti dove rilassarsi, pescare o guardare le stelle; d’inverno le isole saranno avvicinate per usare le piattaforme per eventi speciali o festival. L’architetto australiano Blecher e lo studio danese Studio Fokstrot hanno creato il progetto “Isole di Copenaghen” per una vita sempre più sostenibile all’aria aperta e nel verde.

Le isole saranno ancorate al fondo del porto. Le strutture galleggianti saranno realizzate in acciaio e gli elementi di galleggiamento riciclati sono rivestiti in legno sostenibile approvato dalla Forest Stewardship Council. Il primo prototipo di isola galleggiante è stat chiamata CPH-Ø1 , ed è stata lanciata nel 2018 a Copenaghen per conferenze, una mostra fotografica e picnic. Ora sono in costruzione altre tre strutture. L’isola più grande sarà composta da nove moduli con ulteriori isole separate che galleggiano nelle vicinanze.

Parkipelago avrà l’obiettivo anche di creare un nuovo habitat per la fauna selvatica di superficie e sotto l’acqua. Sulle isole saranno piantate erbe, cespugli e alberi endemici, che daranno la possibilità di sfruttare una parte inutilizzata del porto di Copenaghen e di creare oasi ideali per gabbiani, cigni, piccioni e anatre locali. Sotto la superficie dell’acqua cresceranno alghe e molluschi, creando l’habitat perfetto per i pesci e altra vita marina. Le Isole di Copenaghen saranno costruite nel porto con tecniche tradizionali di costruzione navale. In previsione di un rapido sviluppo urbano della città e di un progressivo innalzamento del livello del mare, “abbiamo in programma di aggiungere altre isole separate man mano che il progetto si sviluppa”, ha affermato Blecher. “Il progetto è intrinsecamente flessibile e organico”.

Clara Salzano

Fonte: design.fanpage.it 

SEGUICI SENZA CENSURA SU TELEGRAM

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

Loading...