Il 2020 porterà più eventi meteorologici estremi, secondo l’organizzazione meteorologica mondiale

L’anno scorso è stato il secondo più caldo sulla Terra da quando sono iniziate le registrazioni e il mondo dovrebbe prepararsi a eventi meteorologici più estremi come gli incendi boschivi che affliggono gran parte dell’Australia .

Ciò è stato indicato dai portavoce dell’Organizzazione meteorologica mondiale (OMM), il 15 gennaio.

Loading...

L’OMM con sede a Ginevra ha combinato diversi set di dati per giungere alle sue conclusioni, tra cui due dell’amministrazione spaziale statunitense della NASA e dell’ufficio meteorologico del Regno Unito.

Questi hanno dimostrato che la temperatura globale media nel 2019 era di 1,1 ° C sopra i livelli preindustriali , avvicinandosi a un limite concordato a livello globale dopo il quale sono previsti grandi cambiamenti nella vita sulla Terra.

“Sfortunatamente, prevediamo un clima molto estremo per tutto il 2020 e per i prossimi decenni , guidato da livelli record di gas serra che intrappolano il calore nell’atmosfera”, ha affermato il segretario generale dell’OMM Petteri Taalas.

Il riscaldamento globale ha accentuato il divario economico

CAMBIAMENTI CLIMATICI ED EVENTI ESTREMI

Gli scienziati sostengono che i cambiamenti climatici potrebbero aver contribuito al maltempo nel 2019, come un’ondata di caldo in Europa e l’uragano che ha ucciso almeno 50 persone quando ha attraversato le Bahamas a settembre.

I governi hanno concordato nell’accordo di Parigi del 2015 di ridurre le emissioni di combustibili fossili abbastanza da limitare il riscaldamento globale a 1,5 ° C al di sopra dei livelli preindustriali, dopo di che si prevede che il riscaldamento globale sarà così grave che finiranno le barriere coralline del mondo e la maggior parte del ghiaccio marino artico .

Tuttavia, WMO ha precedentemente affermato che è possibile prevedere aumenti di temperatura molto più elevati, da 3 a 5 ° C , se non si fa nulla per fermare l’aumento delle emissioni nocive, che ha raggiunto un nuovo record nel 2018.

Gli Stati Uniti, il più grande emettitore storico di gas a effetto serra del mondo e il principale produttore di petrolio e gas, hanno iniziato il processo di ritiro dell’accordo di Parigi lo scorso anno.

Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump , ha messo in dubbio la conoscenza degli scienziati del clima e ha persino affermato che il cambiamento climatico è una bufala cinese.

Tuttavia, gli scienziati ritengono che dai dati sulle emissioni di gas serra sia chiaro che il mondo si sta riscaldando.

Inoltre, si stima che quasi il 100% delle cause di queste tendenze climatiche siano antropogeniche , cioè causate dall’azione umana, ha dichiarato Gavin Schmidt, direttore del Goddard Institute for Space Studies della NASA.

L’anno più caldo è stato il 2016, quando uno schema meteorologico ricorrente chiamato El Niño ha portato la temperatura media della superficie a 1,2 ° C sopra i livelli preindustriali, ha affermato WMO.

“In futuro, possiamo facilmente aspettarci che El Niño sia più caldo dei precedenti”, ha dichiarato lo scienziato dell’OMM Omar Baddour.

Fonte: Reuters

Fonte: www.bioguia.com

SEGUICI SENZA CENSURA SU TELEGRAM

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

Loading...