Ambiente: scoperta colossale estinzione di massa precedente ai dinosauri

Un’altra ”catastrofe biologica” colpì il nostro pianeta, prima dei dinosauri.

Indizi trovati in alcune rocce canadesi, risalenti a miliardi di anni fa, hanno rivelato un’estinzione massiccia di organismi e precedentemente sconosciuta; più grande dell’estinzione dei dinosauri di 65 milioni di anni fa. A renderlo noto è uno studio pubblicato dalla National Academy of Sciences. Questa antica estinzione ha coinvolto una quantità di microrganismi che, con la loro esistenza, avevano in un certo senso modellato l’atmosfera terrestre aprendo la strada alla nascita di animali più grandi. “Ciò indica – secondo Malcolm Hodgskiss, il principale coautore della ricerca della Stanford University – che anche in un lontano passato, quando la Terra era ricoperta unicamente da microbi, un enorme evento distruttivo provocò l’estinzione totale dei piccoli esseri viventi”.

Per scoprire le tracce di microrganismi che non hanno lasciato fossili, il team di scienziati ha fatto ricorso allo studio della barite raccolta nelle Isole Belcher della baia di Hudson. Si tratta di un minerale non metallico in grado di immagazzinare i dati sul livello di concentrazione di ossigeno nell’atmosfera. Campioni di barite hanno rivelato come la biosfera terrestre, la parte del pianeta occupata da organismi viventi, ha subito enormi cambiamenti, conclusi circa 2.000 milioni di anni fa con un’enorme estinzione, un evento comprovato alla diminuzione dei livelli di ossigeno. Questa relazione tra la proliferazione della vita e l’ossigeno atmosferico ha anche fornito ai ricercatori nuove prove sull’ipotesi su un evento noto come la ”Grande Ossidazione” o Rivoluzione dell’ossigeno: un enorme cambiamento ambientale verificatosi circa 2,4 miliardi di anni fa. Secondo questa teoria, la fotosintesi di microrganismi antichi e l’erosione delle rocce hanno rilasciato nell’atmosfera una grande quantità di ossigeno che ha innescato una crescita esplosiva nella diversità dei minerali sulla Terra.

 

Loading...

Fonte: www.scienzenotizie.it 

SEGUICI SENZA CENSURA SU TELEGRAM

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

Loading...