Lo studio di Harvard conferma la tecnica utilizzata 2.500 anni fa per aumentare la durata della tua vita

Gli scienziati di Harvard potrebbero aver indirettamente confermato che una tecnica usata più di 2.500 anni fa dagli antichi sacerdoti in Egitto, potrebbe aumentare la durata della vita.

Riferimenti storici suggeriscono che oltre 2.500 anni fa, la “fame” intermittente veniva usata nell’antico Egitto, in India e in Grecia per rafforzare il corpo e aumentare la durata della vita.Numerose fonti scritte di diverse civiltà in tutto il mondo, indipendentemente dalla religione o dal territorio, menzionano il digiuno e i suoi numerosi benefici.

Uno studio dell’Università di Harvard ha dimostrato che il digiuno intermittente e la manipolazione delle reti mitocondriali possono aumentare la durata della vita.

Loading...

“Sebbene il lavoro precedente abbia dimostrato quanto il digiuno intermittente possa rallentare l’invecchiamento, stiamo solo iniziando a capire la biologia di fondo”.

Come notato dai ricercatori, uno studio ha dimostrato che manipolando le reti mitocondriali all’interno delle cellule – sia attraverso restrizioni alimentari o manipolazioni genetiche che le imitano – si  può aumentare la durata della vita e contribuire a promuovere la salute.

Gli antichi egizi usavano la “fame intermittente” più di 2.500 anni fa per ottenere una salute migliore e una durata prolungata della vita. Immagine di credito: Shutterstock

Un gruppo di ricercatori della prestigiosa Università di Harvard ha pubblicato un articolo sulla rivista Cell Metabolism, che descrive in dettaglio i progressi compiuti nella ricerca delle connessioni mitocondriali e spiega come il digiuno intermittente sia cruciale per aumentare la durata della vita.

Secondo questi studi, gli scienziati sono riusciti a fermare in una classe di lombrichi chiamata C. elegans, l’invecchiamento dei mitocondri, gli organelli cellulari responsabili di fornire l’energia per l’attività cellulare, sottoponendo gli animali a digiuni periodici.

Questo prolunga notevolmente l’aspettativa di vita dei lombrichi, che in circostanze normali è solo di due settimane.

Secondo i ricercatori, la restrizione dietetica e il digiuno intermittente hanno dimostrato in passato di essere in grado di aiutare la salute durante gli anni della vecchiaia, quindi capire perché questo fenomeno si verifica è un passo cruciale verso l’uso terapeutico dei suoi benefici.

“Questa ricerca scientifica  mostra quanto sia cruciale la plasticità dei mitocondri per i benefici del digiuno”, ma  è necessario approfondire questo complesso processo biologico per raggiungere conclusioni definitive.

“In passato, le condizioni di bassa energia come la restrizione dietetica e il digiuno intermittente hanno dimostrato di promuovere un invecchiamento sano. Capire perché si verifica ciò è un passo cruciale verso l’essere in grado di sfruttare i benefici terapeuticamente “, ha detto Heather Weir, autore principale dello studio, che ha condotto la ricerca presso la Harvard Chan School ed è ora ricercatore associato presso Astex Pharmaceuticals. “I nostri risultati aprono nuove strade nella ricerca di strategie terapeutiche che ridurranno la nostra probabilità di sviluppare malattie legate all’età man mano che invecchiamo.”

“Sebbene il lavoro precedente abbia dimostrato quanto il digiuno intermittente possa rallentare l’invecchiamento, stiamo solo iniziando a comprendere la biologia di base”, ha detto  William Mair , professore associato di genetica e malattie complesse presso la Harvard Chan School,tra gli  autori  dello studio. “Il nostro lavoro mostra quanto sia cruciale la plasticità delle reti di mitocondri per i benefici del digiuno. Se blocchiamo i mitocondri in uno stato, blocchiamo completamente gli effetti del digiuno o della restrizione dietetica sulla longevità “.

Fonte: alla ricerca di un invecchiamento sano

Credito immagine in evidenza: Shutterstock

Fonte: ancient-code.com 

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.