Misteriosa mappa emerge all’alba della civiltà egizia e raffigura l’Antartide senza ghiaccio: chi l’ha realizzata?

In una fredda giornata invernale del 1929, Halil Edhem, il direttore del Museo Nazionale della Turchia,nel suo solitario compito di classificare i documenti,tirò verso di lui una mappa disegnata sulla pelle di capriolo. Quando Halil aprì la carta alla sua massima dimensione ( 60 X 90 cm) fu sorpreso da quanto del Nuovo Mondo fosse rappresentato su una mappa che risale al 1513.

Il documento era l’eredità di un pirata trasformato in ammiraglio turco, Piri Reis ( 1470-1554 circa ). Era nato a Gallipoli, una base navale sul Mar di Marmara ed era il nipote di Kemal Reis, un pirata che si era reinventato come un ammiraglio avventuriero turco che si era fatto un nome nella guerra navale. All’epoca, la distinzione tra pirata e ammiraglio era più flessibile di quanto ci si potesse aspettare dal guardare indietro attraverso una lente di Hollywood. 

Mappa del mondo dell'ammiraglio ottomano Piri Reis, disegnata nel 1513
Mappa del mondo dell’ammiraglio ottomano Piri Reis, disegnata nel 1513. ( Dominio pubblico )

Piri Reis navigò con il suo famoso zio dal 1487 al 1493. Durante questi viaggi, fu introdotto al redditizio bottino della pirateria. La flotta combatté i pirati e catturò e saccheggiò le navi nemiche. Nel 1495, la grande abilità di Kemal Reis nell’arte della battaglia gli procurò un invito a unirsi alla flotta turca imperiale. Suo nipote lo ha accompagnato al suo nuovo incarico. I pirati furono trasformati in rispettabili ammiragli.

Loading...

Dopo che Kemal fu ucciso durante una battaglia navale nel 1502, Piri Reis voltò le spalle alla vita marinara e iniziò una seconda carriera come costruttore di mappe. Un perfezionista – Piri Reis non tollerava il minimo errore nei suoi disegni – creò la sua famosa mappa nel 1513 usando vecchie mappe; compresi i grafici catturati da Cristoforo Colombo. I turchi erano saliti a bordo di una delle navi di Colombo prima che l’equipaggio avesse la possibilità di gettare le carte in mare; pratica standard in un’epoca in cui i contorni del pianeta rimanevano velati dal mistero e le mappe contenevano segreti inestimabili per pirati, ammiragli, re e regine.

'Cristoforo Colombo su Santa Maria nel 1492' (1855) di Emanuel Leutze.
‘Cristoforo Colombo su Santa Maria nel 1492’ (1855) di Emanuel Leutze. 
Dominio pubblico )

Una polemica su Colombo

Il grande pubblico venne a conoscenza dell’esistenza della mappa di Piri Reis nel numero del 27 febbraio 1932 di Illustrated London News . Intitolato “Una polemica su Columbo: l’America – e due grafici atlantici”, l’articolo notava che: “… Colombo aveva viaggiato poco più in là la foce dell’Orinoco, in Venezuela, nel suo viaggio lungo la costa del Sud America nel 1498, così che i tratti della costa sudamericana indicati nella carta di Piri Reis devono essere stati copiati da altre fonti. “

Nell’edizione del 23 luglio della rivista Akcura Yusuf, presidente della Turkish Historical Research Society, è stato scritto un resoconto più dettagliato. L’autore ha sottolineato un fatto significativo: “… la mappa in nostro possesso è un frammento. Se gli altri frammenti non fossero stati persi, avremmo dovuto avere in nostro possesso una carta turca disegnata nel 1513 che rappresentava insieme il Vecchio e il Nuovo Mondo. “

Ufficio idrografico della Marina statunitense.

Uno scienziato dilettante di nome Capitan Arlington Mallery fece della sua missione determinare l’età delle mappe sorgenti utilizzate da Piri Reis. Le conclusioni di Mallery furono così radicali che esitò a rivelarle. Nell’agosto del 1956, alla fine decise di rivelare le sue scoperte in un programma radiofonico sponsorizzato dalla Georgetown University. Spiegò che nel giugno del 1954 stava lavorando nella sala delle mappe della Biblioteca del Congresso quando il suo amico “… l’ingegnere capo dell’ufficio idrografico mi consegnò una copia di una mappa che gli era stata inviata da un ufficiale navale turco. Mi ha suggerito di esaminarla alla luce delle informazioni che avevamo già sulle antiche mappe. Dopo averne fatto un’analisi, ho chiesto all’Ufficiale di controllare sia la latitudine che la longitudine e la proiezione, hanno chiesto perché, ho detto, ‘ C’è qualcosa in questa mappa in cui nessuno crederà che verrà dalle mie conclusioni, e non so se crederanno che provenga da te. ” Questo era il fatto che Colombo aveva con sé una mappa che mostrava accuratamente la penisola di Palmer nel continente antartico. “

1753 mappa del mondo del cartografo francese Philippe Buache
1753 mappa del mondo del cartografo francese Philippe Buache. 
Dominio pubblico )

Il signor Warren, conduttore del programma radiofonico, ha intervistato Mallery e MI Walters dell’ufficio idrografico della Marina americana:

“HOST: Dici che queste mappe sono state controllate dall’Ufficio Idrografico della Marina degli Stati Uniti?
WALTER: Sì.
HOST: Per quanto ti riguarda, sono accurate?
WALTER: Sì, lo sono.
HOST: Quanti anni hanno le mappe?
WALTER: queste mappe risalgono a 5.000 anni fa e anche prima. Ma contengono dati che risalgono a molte migliaia di anni prima. “

Walters ha osservato i confronti tra la Piri Reis Map e le scoperte sub-glaciali della regione della Regina Maud in Antartide, scoperte di recente (1954):

“Abbiamo preso le vecchie carte e le nuove carte che l’Ufficio Idrografico prodotte oggi e abbiamo confrontato i sondaggi delle vette e delle montagne principali. Abbiamo trovato che erano in sorprendente accordo. In questo modo, abbiamo controllato molto attentamente il vecchio lavoro. Diamo molta fiducia a ciò che il Capitano Mallery ha rivelato.

Ago di roccia charnockitica, Holtedahlfjella settentrionale (Monti Kurze), Queen Maud Land, fotografia aerea in direzione SSE.
Ago di roccia charnockitica, Holtedahlfjella settentrionale (Monti Kurze), Queen Maud Land, fotografia aerea in direzione SSE. 
(Wilfried Bauer / 
CC BY SA 3.0 )

HOST: Mr. Mallery, questo deve quindi portare alla conclusione che c’erano esploratori competenti e creatori di mappe lungo la costa dell’Atlantico molto prima di Columbo.

MALLERY: diverse migliaia di anni prima. Non solo esploratori, ma devono anche aver avuto un’organizzazione idrografica molto competente e di vasta portata, perché non è possibile mappare un continente così vasto come l’Antartide come sappiamo, probabilmente 5.000 anni fa. Non può essere fatto da nessun singolo individuo o piccolo gruppo di esploratori. Significa un’aggregazione di scienziati esperti che hanno familiarità con l’astronomia e con i metodi richiesti per il rilievo topografico. “

Hapgood e l’ufficio cartografico dell’aeronautica statunitense

Uno degli studenti di Charles Hapgood gli ha parlato della trasmissione radiofonica. Il professore fu subito affascinato e decise di: “… investigare la mappa il più accuratamente possibile … 4

Da quando Mallery aveva usato la Marina degli Stati Uniti per le sue indagini, Hapgood decise di ottenere una seconda opinione dallo staff cartografico del Comando aereo strategico (SAC). L’indagine sulle forze aeree statunitensi giunse alle stesse conclusioni della marina americana. Determinarono che la parte meridionale della mappa rappresentava in realtà parti dell’Antartide sub-glaciale .

Laghi subglaciali identificati sotto il continente antartico.
Laghi subglaciali identificati sotto il continente antartico. 
(AntarcticGlaciers.org/ 
CC BY NC SA 3.0 )

La saggezza convenzionale imponeva che il continente non fosse stato scoperto fino al 1818. 

Il tenente colonnello USAF Harold Z. Ohlmeyer scrisse a Hapgood il 6 luglio 1960.       

“Caro professore Hapgood, la
tua richiesta di valutazione di alcune caratteristiche insolite della mappa del mondo di Piri Reis del 1513 da parte di questa organizzazione è stata esaminata.
L’affermazione che la parte inferiore della mappa ritrae la costa della principessa Martha della Queen Maud Land, l’Antartide e la penisola di Palmer è ragionevole. Troviamo questa la più logica e con tutta probabilità la corretta interpretazione della mappa.
Il dettaglio geografico mostrato nella parte inferiore della mappa concorda in modo molto notevole con i risultati del profilo sismico realizzato sulla cima della calotta di ghiaccio dalla spedizione svedese-britannica-norvegese del 1949.
Ciò indica che la costa era stata mappata prima di essa era coperto dalla calotta di ghiaccio.
La calotta di ghiaccio in questa regione è ora spessa circa un miglio. Non abbiamo idea di come i dati su questa mappa possano essere riconciliati con il presunto stato di conoscenza geografica nel 1513.
(firmato)
HAROLD Z. OHLMEYER
Tenente colonnello,
comandante USAF ”

Dipinto della seconda spedizione di James Weddell in Antartide nel 1823, raffigurante il brigantino Jane e il cutter Beaufroy.
Dipinto della seconda spedizione di James Weddell in Antartide nel 1823, raffigurante il brigantino Jane e il cutter Beaufroy. 
Dominio pubblico )

Corrispondenza a Hapgood

La nostra avventura con lo studio di antiche mappe è iniziata nell’estate del 1977 quando Charles Hapgood ha risposto a un articolo che abbiamo scritto delineando la nostra convinzione che l’Antartide era un tempo il sito di Atlantide. Avevamo concluso che la teoria di Hapgood sullo spostamento della crosta terrestre era l’anello mancante che poteva svelare il mistero del perduto continente insulare. Charles rispose:

3 ago ° 1977

Cari Rose e Rand,

Sono stupito e felice dal tuo articolo che è arrivato qui oggi. Che ci crediate o no, è la prima vera esplorazione scientifica del mio lavoro che sia mai stata fatta. Hai trovato prove per lo spostamento della crosta che non ho trovato.

Tuttavia, sembrerebbe che tu non sia a conoscenza di un libro che ho pubblicato nel 1966 intitolato Maps of the Ancient Sea Kings. Dato che stai pensando di presentare il tuo articolo alla Royal Geographical Society (di cui sono stato membro fino a quando non ho smesso di pagare le mie quote), dovresti esaminare questo libro e te ne invierò una copia.

Mappe degli antichi re del mare: prove della civiltà avanzata nell'era glaciale.
Mappe degli antichi re del mare: prove della civiltà avanzata nell’era glaciale. 
Amazon )

Quello che ho scoperto, dopo una lunga ricerca, è che molte mappe considerate di origine medievale o rinascimentale sono in realtà copie di copie di mappe disegnate in antichità molto remote, e tra queste c’è una che mostra un’Antartide deglaciale. Sono stato in grado di risolvere le proiezioni di queste mappe con l’aiuto di un matematico e di averle confermate dallo staff cartografico del Comando aereo strategico della base aerea militare di Westover in Massachusetts. …

Una settimana dopo arrivò una copia di Maps of the Ancient Sea Kings . Lungi dal smorzare il nostro entusiasmo per l’idea che Atlantide potesse essere stata una volta l’Antartide, il libro ebbe l’effetto opposto. Abbiamo concluso che le antiche mappe dell’Antartide sub-glaciale fornivano prove straordinarie a sostegno della nostra teoria.                

Dopo la pubblicazione della prima edizione di When the Sky Fell nel gennaio 1995, siamo tornati sulla mappa di Piri Reis per determinare se c’erano motivi per supportare Mallery e Hapgood affermando che le mappe di origine utilizzate nella costruzione della mappa di Piri Reis erano centinaia di anni più vecchie della data del 1513 della sua costruzione.

Fonti per la mappa di Piri Reis: quanti anni?

Una delle stranezze della mappa di Piri Reis era che era stata disegnata usando una proiezione estremamente sofisticata. Una “proiezione equidistante” raffigura le caratteristiche della terra da un singolo punto sulla sua superficie. Questa proiezione può essere calcolata da qualsiasi punto del globo. Forse la proiezione equidistante più familiare è la bandiera blu e bianca delle Nazioni Unite, centrata sul Polo Nord. 

La bandiera delle Nazioni Unite è una proiezione equidistante vista dal Polo Nord.
La bandiera delle Nazioni Unite è una proiezione equidistante vista dal Polo Nord. 
Dominio pubblico )

La proiezione equidistante era molto familiare allo staff cartografico del Comando aereo strategico della base aerea di Westover nel Massachusetts. È stata usato per colpire beni militari ed economici sovietici. Ad esempio, una mappa disegnata usando Mosca come suo centro ha permesso ai militari di calcolare i tempi di consegna più rapidi per un missile lanciato da qualsiasi base NATO alla capitale sovietica. La base missilistica NATO più vicina a Mosca era in Turchia. Nel novembre del 1962, quando i missili sovietici furono introdotti a Cuba, una mappa di proiezione equidistante centrata sull’isola di Castro rivelò in modo molto dettagliato quanto territorio degli Stati Uniti potesse essere preso di mira. La “crisi dei missili cubani” è stata risolta solo quando JFK (segretamente) ha proposto un ritiro dei missili NATO dalla Turchia in cambio della rimozione di Kruscev dei missili dell’URSS a Cuba.

Charles Hapgood spiegò ad Arch C. Gerlach (Capo della Divisione Mappa della Biblioteca del Congresso) che la mappa di Piri Reis: “… richiedeva più astronomia di quanto si sapesse nel Rinascimento. La matematica richiede che chiunque l’abbia costruita abbia dovuto conoscere la distanza lineare tra Syene e il Polo Nord entro un certo grado di precisione. Piri Reis non lo sapeva, né Colombo … “

Syene o il Tropico del Cancro?

Hapgood e i suoi studenti (in particolare Frank Ryan) hanno trascorso mesi cercando di determinare il centro esatto della Mappa Piri Reis. Inizialmente, Hapgood era convinto che fosse la città di Syene in cui Eratostene, bibliotecario e padre della geografia, aveva fatto i suoi famosi calcoli sulle dimensioni della terra. Hapgood ha inviato questo suggerimento all’equipaggio cartografico della base aeronautica di Westover. Il capitano Burroughs fu d’accordo. Ha scritto: “… L’uso di Piri Reis della proiezione di Portolano (incentrato su Syene, in Egitto) è stata una scelta eccellente …”

Eratostene, come immaginato da un artista successivo.
Eratostene, come immaginato da un artista successivo. 
Dominio pubblico )

La proiezione della mappa di Piri Reis

Vediamo di seguito come la mappa completa deve essere stata basata sulla stessa proiezione usata da Piri Reis nel 1513. La carta che Cristoforo Colombo ha portato nel suo viaggio assomigliava a questa proiezione.

La proiezione Piri Reis del 1513 è solo un frammento della mappa segreta che Colombo avrebbe potuto possedere.  Se la mappa perduta di viene mai trovata, dovrebbe rappresentare l'intero globo usando una proiezione di equidistanza centrata sull'antica città egiziana di Syene.  (Autore fornito)
La proiezione Piri Reis del 1513 è solo un frammento della mappa segreta che Colombo avrebbe potuto possedere. 
Se la mappa perduta verrà mai trovata, dovrebbe rappresentare l’intero globo usando una proiezione di equidistanza centrata sull’antica città egiziana di Syene. 

Nonostante il fatto che i professionisti avessero verificato Syene come il centro della mappa, Hapgood è rimasto scettico. Pensava che gli antichi avrebbero avuto maggiori probabilità di usare il Tropico del Cancro che divide il tropico dalle zone climatiche temperate. Hapgood era certo che un marker globale così importante sarebbe stato molto significativo per gli antichi navigatori.

Oggi, il Tropico del Cancro si trova vicino a Syene ma non proprio su di esso. La differenza di distanza è piccola ma Hapgood e i suoi studenti volevano essere precisi nei loro calcoli. Vi è stato un considerevole dibattito sull’opportunità o meno di utilizzare la misurazione dall’antica città o dal marcatore climatico. Hapgood ha erroneamente supposto che dovesse essere una una scelta tra Syene e il “Tropico del Cancro”. C’era un tempo in cui il Tropico del Cancro giaceva direttamente su Syene. L’indizio di quella sincronicità di tempo e luogo sta proprio nella proiezione della Mappa Piri Reis. Ma prima bisogna rispondere a una domanda critica. Quando il Tropico del Cancro e Syene hanno condiviso l’ ultima volta la stessa latitudine? 

Il tropico del cancro
Il tropico del cancro. 
CC BY SA 3.0 )

Gli astronomi hanno concluso che il Tropico del Cancro impiega un secolo per andare alla deriva per 40 secondi di latitudine. Questo ci dà una formula per i nostri calcoli e ci consente di osservare con occhio di bue la data in cui i creatori di mappe originali erano al lavoro. Syene è di 38 minuti e 30 secondi dal Tropico del Cancro di oggi. Sono 2280 (38 x 60 per convertire i minuti in secondi) più i 30 secondi ci danno un totale di 2310 secondi di differenza. Dividiamo quindi questi secondi per 40 per scoprire che il Syene si è trovata l’ultima volta sul Tropico del Cancro circa 57.75 secoli fa. Calcolando la differenza di distanza dalla latitudine dell’attuale Tropico del Cancro (23: 27 N) a quella di Syene (24: 05: 30 N) scopriamo la risposta – circa 5775 anni fa – cioè, intorno al 3760 a.C. È interessante notare che il calendario ebraico inizia in questa data.

La proiezione del Piri Reis punta come una freccia in una svolta decisiva nella storia umana. L’archeologia insegna che la civiltà egizia sorse intorno al 3800 a.C. Può davvero essere una semplice coincidenza che la Mappa di Piri Reis sembri risalire agli albori della civiltà egizia? Molto più probabile che le sofisticate mappe delle fonti utilizzate da Piri Reis siano resti trasmessi dai sopravvissuti di una civiltà perduta dell’era glaciale – una civiltà marinara che aveva mappato il mondo (comprese parti della costa dell’Antartide quando era libero dal ghiaccio) molto prima furono costruite le prime piramidi egiziane.

HMNZS WELLINGTON al largo della costa antartica.
HMNZS WELLINGTON al largo della costa antartica. 
(New Zealand Defense Force / 
CC BY 2.0 )

Immagine in alto: Antartide. Fonte: Christopher Michel / CC BY 2.0

Di  Rand e Rose Flem-Ath

Rand Flem-Ath è uno scrittore, bibliotecario e studioso indipendente canadese. Ha scritto diversi libri con sua moglie, scrittrice, Rose Flem-Ath. È una scrittrice e due volte vincitrice della borsa del Canada Council for Fiction. Vivono nella Columbia Britannica, in Canada. Nel 1995, Rand e Rose pubblicarono il libro ” When the Sky Fell: In Search of Atlantis “, e nel 2012 hanno scritto ” Atlantis Beneath the Ice “, che ha aggiornato e ampliato i diciassette anni di ricerca presenti in When the Sky Fell .  http://www.flem-ath.com/

Fonte: www.ancient-origins.net

SEGUICI SENZA CENSURA SU TELEGRAM

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

Loading...