Le temperature della superficie terrestre hanno raggiunto 47° nel Circolo Polare Artico

La crisi climatica non sta risparmiano la Siberia, anzi. L’ultimo monitoraggio dei satelliti Copernicus dell’Esa ha scoperto che in alcune aree la temperatura della superficie terrestre ha raggiunto il record, pari a 47°.

La Terra si scalda sempre di più a causa de cambiamenti climatici e lo fa soprattutto ai Poli. Anche lo scorso anno e nel 2019, il Circolo Polare Artico e in particolare la Siberia avevano sperimentato temperature roventi e frequenti incendi, e il 2021 sembra andare nella stessa direzione.

Loading...

L’immagine che vedete in copertina è stata acquisita dai satelliti Copernicus Sentinel-3A e Sentinel-3B il 20 giugno 2021 e mostra la temperatura della superficie terrestre nella Repubblica Sakha, nella Siberia artica.

Questa zona sta facendo i conti con un’ondata di calore persistente. Come mostra l’immagine, la temperatura della superficie terrestre ha ampiamente superato i 35 °C in molte aree della Siberia, con picchi di 48 °C vicino a Verkhojansk, 43 °C a Govorovo e 37 ° C a Saskylah. Qui,  il giorno in cuil’ immagine è stata acquisita, è stata registrata una temperatura di 31,9 °C, il valore più alto dal 1936.

La missione Copernicus Sentinel-3 è composta da due satelliti, Sentinel-3A e Sentinel-3B, in grado di misurare i parametri termici sia degli ambienti terrestri che marini. Questa specificità consente di ricavare parametri come le temperature della superficie terrestre per periodi di tempo e confrontarli di anno in anno,

spiegano gli scienziati. Purtroppo i dati non lasciano ben sperare. Si prevede un’estate torrida, anche al Polo Nord.

Fonti di riferimento: Copernicus/Esa

FRANCESCA MANCUSO

Fonte: www.greenme.it

SEGUICI SENZA CENSURA SU TELEGRAM

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

Loading...