La Corea del Sud pianterà 3 miliardi di alberi per diventare a emissioni zero entro il 2050

È un piano che sembra molto ambizioso, ma è necessario. Un modo per raggiungere non solo la neutralità dell’anidride carbonica, ma per entrare in comunione con la natura e il paesaggio.

Si annuncia che la Corea del Sud pianterà 3 miliardi di alberi per raggiungere la neutralità carbonica entro il 2050 . Pertanto, la nazione asiatica ha tre decenni per realizzare questo lodevole intento ambientale.

Loading...

UN PIANO DEL SERVIZIO FORESTALE SUDCOREANO

Guidati dal ministro Park Jong-ho, che è stato il portavoce di questa iniziativa. Ad esempio, si tratta di capire come la vegetazione assorbe l’anidride carbonica. Motivo per cui vengono valutati gli alberi da piantare.

Un esempio di quanto sopra è il fatto che il pino coreano non assorbe CO2 come altre specie . Per questo si sceglierà di piantare pioppi gialli; che sono molto più efficaci per questa funzione.

L’emissione annuale di 34 milioni di tonnellate di CO2 dovrebbe essere annullata Il paese asiatico è una nazione altamente industrializzata. Dipende molto dal suo lavoro industriale, quindi ha bisogno di un equilibrio dall’impianto.

LA CAMPAGNA DEI TRILIONI DI ALBERI IN TRE DECENNI

Un’idea nata per migliorare la qualità della vita sul pianeta. Inoltre ha qualcosa di importante come sostegno: è stato accertato che gli alberi con più di trent’anni non sono molto efficaci nell’eliminare la CO2.

Pertanto, se vuoi davvero ridurre la tua impronta di carbonio, è obbligatorio avere una vegetazione giovane. Nasce così l’idea di un piano di riforestazione intensiva in Corea, poiché ciò compenserebbe la presenza di CO2.

Tutte queste vegetazioni copriranno circa 2,34 milioni di ettari , equivalenti a 6 milioni di acri. È un’idea che sembra complicata a causa delle sue dimensioni, ma si prevede di essere realizzata poiché si tratta di un piano continuo e a lungo termine.

Molto è stato ipotizzato per la riduzione delle emissioni di carbonio  e non è sufficiente . In realtà, è necessario ripiantare grandi quantità di vegetazione danneggiata da tanti anni di abusi da parte dell’uomo sul pianeta.

VERSO UN FUTURO SENZA ECCESSO DI CO2 NELL’AMBIENTE

La CO2 è necessaria per la vita: le piante la assorbono e restituiscono ossigeno . Un grosso problema è l’enorme quantità di questa sostanza nell’ambiente. È un equilibrio necessario rotto dall’uomo.

Si ritiene che la riforestazione intensiva, insieme a una diminuzione delle emissioni di C02, possa essere la soluzione a questo problema. Proprio quello che viene provato in molte nazioni!

Riuscirà la nazione asiatica a raggiungere l’obiettivo della riforestazione? La verità è che è necessario raggiungerlo. Va considerato che l’Asia genera i più alti tassi di inquinamento atmosferico.

Foto di Alina Kuptsova da Pixabay 

Fonte :NOTICIAS AMBIENTALES

Hernán Lameda

Fonte: www.bioguia.com

SEGUICI SENZA CENSURA SU TELEGRAM

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

Loading...