15 consigli per risparmiare energia ai tempi della quarantena

Restare a casa significa svolgere tutte le attività, dal lavoro al divertimento, all’interno dell’abitazione. In questa condizione, che coinvolge tutte le famiglie italiane ai tempi della quarantena da Covid-19, i consumi domestici di energia sono inevitabilmente destinati a crescere. A meno di riuscire a gestire con attenzione e qualche semplice accortezza le attività che si concentrano nelle nostre case.

La cooperativa sociale Eliante si occupa da 17 anni di sostenibilità ambientale, inclusa l’educazione ai cittadini sul risparmio energetico. La cooperativa è partner per l’Italia del progetto Heating And Cooling Knowhow and Solutions (HACKS) finanziato dal programma Horizon 2020 dell’Unione Europea. Obiettivo di HACKS, realizzato in 15 Paesi europei, è incoraggiare la trasformazione del mercato per gli apparecchi di riscaldamento e raffrescamento (HAC), motivando i cittadini a sostituire le apparecchiature vecchie e inefficienti con nuove ad alta efficienza energetica e incoraggiando soluzioni tecnologiche che riducono il consumo di energia, fanno scendere le bollette e migliorano il comfort e la salute delle persone. Il progetto è iniziato a settembre 2019 e dura tre anni. Il principale strumento di comunicazione del progetto è il portale www.topten.it che permette ai cittadini di trovare velocemente prodotti di alta qualità e rispettosi dell’ambiente per la casa e l’ufficio.

Loading...

Eliante, suggerisce 15 semplici regole per contenere i consumi domestici di energia in questo periodo particolare. Che può essere l’occasione per imparare un modo nuovo e intelligente di comportarsi a vantaggio dell’ambiente e del budget familiare, anche quando l’emergenza sarà finita.

Ecco le 15 regole suggerite da Eliante:

Lavorare e divertirsi a casa

Fra smartworking e intrattenimento di grandi e piccoli, l’uso di computer, televisori, monitor, stampanti, console è diventato centrale nella nostra quotidianità. Come utilizzarli risparmiando energia?

Per le TV e i monitor, usare la regolazione automatica della luminosità dello schermo, in modo che si adatti alla luce d’ambiente.

Nei computer, attivare la funzione di risparmio energetico.

Se non serve Internet, disattivare la connessione wireless.

Attenzione allo standby! Molti apparecchi in modalità standby continuano a consumare energia: spegnerli completamente quando non si utilizzano. E staccare gli alimentatori dalle prese, quando non vengono utilizzati.

Conservare il cibo

Fare la spesa una volta alla settimana significa riempire con abbondanza frigorifero e congelatore, col rischio che aumentino i consumi di tali elettrodomestici. Ecco come evitarlo.

Impostare il frigorifero a una temperatura non inferiore a 4 °C e il congelatore a -18 °C: temperature più basse aumenterebbero inutilmente il consumo. Mantenere l’interno pulito e sbrinato.

Disporre ordinatamente le pietanze nel frigo, per recuperarle facilmente evitando lunghe ricerche con la porta aperta. Rispettare la distanza dalla parete consigliata dal produttore per mantenere un’areazione sufficiente.

Non mettere nel frigo o nel congelatore pietanze ancora calde, ma farle raffreddare completamente prima di riporvele.

Cucinare

Stare in casa ha fatto riscoprire il piacere di cucinare. Come farlo risparmiando energia?

I forni mantengono la loro temperatura anche per 20 minuti, quindi è possibile spegnerli 10-20 minuti prima della fine della cottura.

Sfruttare il forno per cucinare più cibi contemporaneamente. Meglio la cottura ventilata, che distribuisce più efficacemente il calore e garantisce cotture ottimali anche a temperature di 20-30°C più basse rispetto alla cottura in modalità statica.

Se si deve riscaldare una pietanza che era in frigo, tirarla fuori un’ora prima del pasto, in modo che raggiunga temperatura ambiente: riscaldarla con il forno o sui fornelli sarà più rapido ed economico.

Con la lavastoviglie privilegiare il programma Eco che opera a temperature inferiori, senza ridurre l’efficacia di lavaggio.

Climatizzare la casa.

Passando gran parte della giornata a casa è importante che la temperatura garantisca un ambiente confortevole. Lo si può fare risparmiando energia grazie a piccoli accorgimenti a costo zero.

Nella stagione fredda, attenzione alla temperatura interna degli ambienti, scaldare troppo la casa fa male alla salute e alle tasche! 19 gradi sono più che sufficienti a garantire il comfort necessario. E per ogni grado in meno si risparmia dal 5 al 10% sui consumi di combustibile.

Installare pannelli riflettenti tra muro e termosifone. È un “trucco” semplice, ma molto efficace per ridurre le dispersioni di calore.

Schermare le finestre durante la notte. Chiudendo persiane e tapparelle o mettendo tende pesanti si riducono le dispersioni di calore verso l’esterno.

Quando fa molto caldo, schermare il sole con tende, persiane o tapparelle. Di notte o mattina presto (i momenti in cui si abbassa la temperatura esterna) arieggiare bene i locali per ridurre anche la temperatura interna.

Fonte: www.greenreport.it

SEGUICI SENZA CENSURA SU TELEGRAM

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

Loading...