In una recente simulazione, un coronavirus ha ucciso 65 milioni di persone

L’epidemia del 2019-nCoV, un tipo di coronavirus scoperto quest’anno in Cina, sta causando preoccupazione globale e non senza motivo: mentre i casi confermati della malattia hanno già raggiunto il segno 2,744, i ricercatori stimano che i numeri reali siano molto più alti e che l’epidemia colpirà fino a 190 mila persone a febbraio.

Esagerazione? Probabilmente no.

Loading...

Nell’ottobre dello scorso anno, un team di esperti sanitari, funzionari governativi e uomini d’affari si sono riuniti per un esercitazione a New York, proprio per pianificare una risposta a un’epidemia globale di un coronavirus sconosciuto (e completamente immaginario).

Lo scopo della simulazione, una collaborazione tra il Johns Hopkins Center for Health Security, il World Economic Forum e la Bill and Melinda Gates Foundation, era proprio quello di cercare di prevedere (e migliorare) la nostra reazione a un possibile scoppio di un virus senza precedenti, servendosi come esperienza di apprendimento per rilevare i nostri difetti in una risposta pandemica.

65 milioni di persone

Nonostante c’erano esperti sanitari delle Nazioni Unite e dei Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie, nonché accademici e rappresentanti di società private, esattamente gli stessi tipi di persone che probabilmente pianificherebbero la nostra risposta a una vera pandemia di coronavirus – quando il gruppo di 15 persone ha terminato la simulazione di tre ore e mezza, erano morti 65 milioni di persone, nonostante i loro migliori sforzi.

Il coronavirus al centro di “Event 201” si chiamava CAPS e iniziò con i maiali in Brasile prima che contaminasse gli agricoltori e si diffondesse tra le persone, non diversamente da come presumibilmente è iniziato il 2019-nCoV, passando dagli animali alle persone in un mercato.

Nella simulazione, CAPS ha infettato persone di tutto il mondo in soli sei mesi. Dopo 18 mesi, aveva già raggiunto 65 milioni di persone e causato una crisi finanziaria globale.

Azioni

La somiglianza tra questa simulazione molto recente e la situazione attuale è spaventosa. Nonostante ciò, il gruppo ha affermato che i risultati non dovrebbero causare paura, poiché sono stati utilizzati per evidenziare l’impatto di un’epidemia e l’importanza di prepararsi.

Alla fine della simulazione, i 15 coinvolti hanno creato un elenco di sette azioni che i leader del settore privato e del governo potrebbero intraprendere per preparare uno scenario come “Evento 201”.

Queste sono le azioni da intraprendere:

  1. Governi, organizzazioni internazionali e aziende devono ora pianificare come verranno utilizzate le loro capacità aziendali essenziali durante una pandemia su larga scala;
  2. L’industria, i governi nazionali e le organizzazioni internazionali devono collaborare per migliorare le scorte internazionali di contromisure mediche per consentire una distribuzione rapida ed equa durante una grave pandemia;
  3. Paesi, organizzazioni internazionali e società di trasporto globali devono collaborare per mantenere i viaggi e il commercio durante gravi pandemie. I viaggi e il commercio sono essenziali per l’economia globale, nonché per le economie nazionali e persino locali, e devono essere mantenuti anche di fronte a una pandemia;
  4. I governi devono fornire maggiori risorse e supporto per il rapido sviluppo e produzione di vaccini, terapie e diagnosi che saranno necessarie durante una grave pandemia;
  5. Le imprese globali devono riconoscere l’onere economico delle pandemie e lottare per una maggiore preparazione;
  6. Le organizzazioni internazionali dovrebbero dare la priorità alla riduzione degli impatti economici di epidemie e pandemie;
  7. I governi e il settore privato dovrebbero dare maggiore priorità allo sviluppo di metodi per combattere la disinformazione e la scarsa informazione prima della prossima risposta alla pandemia.

Tenendo presente che le risoluzioni sono state prese solo tre mesi fa e che l’essere umano è una specie che richiede tempo per agire, tuttavia rimane il timore che ci potrebbero essere molte vittime a causa del 2019-nCoV . [ Futurismo , CHS ]

Fonte: hypescience.com

SEGUICI SENZA CENSURA SU TELEGRAM

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

Loading...