Scienziati scoprono che il chelite elimina i batteri che causano la gastrite

I casi di gastrite sono sempre più numerosi nelle persone di tutto il mondo. Ti è successo? Scopri come eliminare i batteri che la causano.

 

Può essere dovuta allo stress, perché non mangiamo bene, perché abusiamo di alcol, sostanze con un alto livello di piccantezza, irritanti o altre cose che causano la gastrite. Ma questa malattia potrebbe finire grazie agli scienziati dell’UNAM, in Messico, che hanno scoperto che la chelite aiuta ad eliminare l’Helicobacter pylori, il batterio che causa alcune malattie, inclusa la gastrite. I casi di gastrite sono in aumento in più persone in tutto il mondo. Ti è successo? Scopri come eliminare i batteri che lo causano.

Loading...

Quelite (dal Nahuatl “qu’litil”, che si riferisce alle erbe con fogliame commestibile), questo nome comune è applicato nella parte centrale del Messico, in particolare a diverse specie di erbe selvatiche commestibili, quando sono ancora tenere. Oltre all’alto valore nutritivo di queste erbe; che forniscono fibre, vitamine, minerali e antiossidanti, oltre che negli acidi grassi: omega 3 e omega 6; Un gruppo di scienziati dell’UNAM ha scoperto che questi alimenti verdi hanno proprietà che li rendono un’arma potente contro la gastrite. Irma Romero Álvarez, del Dipartimento di Biochimica della Facoltà di Medicina dell’Università Nazionale Autonoma del Messico (UNAM), ha scoperto il potenziale medicinale di quelites, poiché colpisce il batterio Helicobacter pylori e alcune delle malattie ad esso correlate, principalmente la gastrite.

los quelites eliminan la bacteria que produce la gastritis

Alache, Chaya e Chepil, tre delle piante che possiedono qualità medicinali per inibire la gastrite (Gaceta UNAM)

Nel secondo simposio di prodotti naturali, organizzato dalla Facoltà di Chimica dell’UNAM, Romero Álvarez ha commentato che queste proprietà possono essere trovate in tre piante tradizionali: l’alache, dello Stato del Messico; chepi, di Oaxaca; e il chaya, dalla penisola dello Yucatan.

La quelite inibisce i batteri, anche meglio del metronidazolo (antibiotico e antiparassitario); ma non solo ferma la sua crescita, ma la uccide. Vale a dire che c’è un effetto battericida negli estratti delle tre piante

Le piante, spiega il medico, inibiscono la crescita e la colonizzazione dei batteri H. pylori, la loro aderenza alle cellule dello stomaco e impediscono la creazione di ureasi, un enzima che consente un ambiente neutro per i batteri.

Attualmente queste piante vengono utilizzate solo localmente, in associazione con una forte tradizione culturale. In Messico ci sono circa 500 specie che vengono consumate nelle diverse regioni del paese, che vengono esaminati da Romero Álvarez.

La gastrite è una delle prime 10 cause per cui i pazienti vanno dal medico  di famiglia o i servizi di emergenza nel paese per la prima volta; e il cancro gastrico e le ulcere peptiche sono tra le prime 20 cause di mortalità. Il batterio H. pylori è molto comune in tutto il mondo, quindi gli scienziati cercano di trovare alternative nelle piante medicinali, più efficaci, meno tossiche e facilmente accessibili.

E PER VOI, CHE COSA SEMBRA QUESTA PIANTA? CONDIVIDI QUESTE INFORMAZIONI CON LA TUA FAMIGLIA E GLI AMICI!

Fonte: www.bioguia.com.

 

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

Loading...