Loading...

Il tuo computer può detonare la tua vista se non prendi queste semplici cure

La vita moderna ha portato diversi benefici all’umanità, ma anche alcuni effetti collaterali. E una delle più grandi vittime degli schermi  sono i nostri occhi. I pixel colorati degli schermi dei computer sono costantemente in conflitto con l’illuminazione circostante,causando affaticamento e tensione negli occhi.

 

C’è una regola universale per ridurre questi effetti negativi, chiamata regola 20-20-20, che consiste nel distogliere lo sguardo dallo schermo ogni 20 minuti per 20 secondi e concentrarsi su un punto fisso a 6 metri. Anche chiudere più spesso gli occhi  potrebbe essere una buona idea. Ma puoi anche apportare alcune veloci regolazioni fisiche al tuo monitor e alle impostazioni del tuo computer per dare una spinta agli occhi.

4. Posizione del monitor


La migliore posizione dello schermo è di circa 50-75 centimetri di distanza dagli occhi,se non è possibile regolare l’altezza del monitor, è sempre opportuno improvvisare. Una pila di libri con copertina rigida, ad esempio, può risolvere il problema. O semplicemente aumentare o diminuire la posizione della sedia. Il centro dello schermo dovrebbe essere posizionato da 15 a 20 gradi sotto il livello orizzontale degli occhi.

3. Dimensioni e colore del testo


Una buona regola empirica: il testo dovrebbe essere tre volte la dimensione minima che puoi leggere in una normale posizione di visione. Quando si tratta di combinazioni di colori, i tuoi occhi preferiscono il testo nero su uno sfondo bianco o altre combinazioni di parti scure su parti più chiare.

 

2. Bilanciamento della luminosità


La luminosità del monitor deve essere bilanciata con la luminosità dell’area di lavoro circostante. Se il monitor sembra una fonte di luce nella stanza, probabilmente è troppo luminoso. Se è opaco e grigio, probabilmente è molto scuro.

1. Temperatura del colore


Anche la temperatura del colore è importante per gli occhi. Alcuni programmi possono aiutare a regolare questo sul tuo monitor. Un esempio è F.lux, un programma gratuito che utilizza la posizione geografica per calibrare automaticamente la temperatura del colore dello schermo del dispositivo in base all’ora del giorno, in base all’alba e al tramonto nella posizione scelta. Al tramonto, modifica gradualmente la temperatura del colore in un colore più caldo, ripristinando il colore originale all’alba.

 

Impedendoci di vedere la luce blu durante la notte, che il nostro cervello associa alla luce del giorno, il programma ci aiuta anche ad avere notti di sonno migliori. [ Wired ]

Importante: Questo sito web non dà consigli medici, né suggerisce l’uso di tecniche come forma di trattamento per problemi fisici, per i quali è invece necessario il parere di un medico. Nel caso si decidesse di applicare le informazioni contenute in questo sito, lo stesso non se ne assume le responsabilità. L’intenzione del sito è quella di essere illustrativo, non esortativo né didattico.

Fonte: hypescience.com 

 

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

Loading...