Curare il dolore intestinale con la dieta per colite

Un po’ tutti sanno che la colite è una infiammazione del colon, il tratto terminale dell’apparato digerente, che comporta una sintomatologia piuttosto variegata:

  • Crampi;
  • Gonfiore addominale;
  • Flatulenza;
  • Stipsi alternata a episodi di dissenteria.

Si tratta di un fastidio che colpisce circa il 13% della popolazione soprattutto nella popolazione femminile. Al fine di contrastare questo disturbo è possibile e consigliato seguire una dieta per colite dedicata.

La colite può essere provocata da una vasta gamma di cause:

  1. Lo stress, un forte sentimento di rabbia e le emozioni repress

    e  sono i principali fattori di carattere psicologico, che possono influire sull’attività dell’intestino. Quest’organo, infatti, è considerato una sorta di secondo cervello, in quanto è sede di una articolata rete nervosa. I “due cervelli” interagiscono costantemente e si influenzano a vicenda, dando luogo ai cosiddetti fenomeni di “somatizzazione”;

  2. L’alterazione della flora intestinale: questa circostanza può causare un aumento dei batteri patogeni;
  3. I cambiamenti ormonali che si verificano in concomitanza del ciclo mestruale;
  4. Le intolleranze alimentari;
  5. Una dieta povera di fibre e di acqua.

Malgrado non si tratti di una patologia grave, la colite può seriamente compromettere la qualità della vita di coloro che ne sono affetti.

Loading...

Quali sono i cibi da preferire e quali da evitare per una buona dieta per colite

Una sana alimentazione è essenziale per combattere l’irritazione del colon. I cibi con capacità depurative e disintossicanti, infatti, saranno in grado di migliorare in linea generale il benessere dell’organismo e di contrastare in maniera efficace tutta la fastidiosa sintomatologia legata alla colite.

Tra le abitudini alimentari che favoriscono la regolarizzazione dell’attività intestinale, citiamo le seguenti:

Cibi consigliati Cibi sconsigliati
  • Mangiare le patate, in quanto, grazie alla loro proprietà antinfiammatoria, riducono il disturbo e sono facilmente digeribili. Si consiglia di bollirle oppure di mangiarle sotto forma di purè, evitando tuttavia di cucinare quest’ultimo con il latte;
  • Mangiare pesce azzurro: si tratta, infatti, di un alimento leggero e altamente digeribile;
  • Mangiare carne magra;
  • Mangiare frutta cruda e cotta ma priva di semini;
  • Bere molta acqua, almeno due litri al dì, al fine di reidratare l’organismo e di prevenire la stipsi.

  • Latte e latticini (formaggi stagionati, grassi o fermentati);
  • Spezie e aromi piccanti;
  • Frutta acida, frutta secca e frutta che contiene semini;
  • alcolici;
  • dolci;
  • caffè;
  • tè nero;
  • bevande a base di cola;
  • cioccolata;
  • grassi saturi;

Anche la cottura dei cibi può influire sulla persistenza del disturbo…

A tal proposito ricordiamo che sono assolutamente da evitare le frittura e i patti crudi, oltreché la cottura alla piastra e quella alla brace.

È invece preferibile lessare o cuocere al vapore il pesce, le verdure e la carne.

Sette giorni di dieta per la colite

riso-integrale-per-coliteUn regime alimentare ad hoc per contrastare la colite dovrebbe prevedere un apporto quotidiano di fibre pari a 30 grammi: esse sono infatti necessarie per favorire la peristalsi intestinale, ma nel contempo, è bene non abusarne in quanto un eccesso di fibre potrebbe provocare la formazione di gas intestinali, andando a irritare ulteriormente il colon.

Di seguito proponiamo un menu tipo per una singola giornata che, con opportune variazioni, può essere utilizzato per un’intera settimana.

Colazione

Una tazza di riso integrale lessato e mescolato con l’uvetta e un cucchiaino di miele. Chi lo desidera può spolverare il tutto con della cannella in polvere;

Frullato a base di banane, mirtilli e acqua minerale;

Nota:

  1. In alternativa al riso integrale è possibile anche utilizzare altri cereali: orzo, farro e avena andranno benissimo.
  2. Per i giorni successivi potrete realizzare frullati sia a base di fragole che di mele, in quanto questi alimenti sono in grado di favorire la biodisponibilità delle sostanze benefiche per l’intestino.

Pranzo

  • Insalata di patate bollite e due uova alla coque;
  • Una porzione di zucchine cotte al vapore;
  • 50 gr di riso integrale lessato e condito con crema di ceci.

Nota:

  1. Alle zucchine potrete sostituire un’insalata di peperoni rossi crudi, un’insalata di pomodori o i carciofi lessati nella pentola a pressione. 
  2. Alla crema di ceci, invece, potrete sostituire il passato di lenticchie rosse.
  3. Ricordate, inoltre, che le uova non possono essere assunte più di due volte a settimana. Potrete sostituirle, ad esempio, con una ricottina leggera.

Cena

  • 50 gr di riso integrale lessato e condito con cavolo al vapore, olio extravergine di oliva crudo e succo di limone fresco;
  • Salmone cotto al vapore con contorno di zucchine e carote lessate;
  • Una porzione di purè di patate (ricordate di non cuocerlo con il latte!).

Nota: Ogni giorno cercate di alternare il pesce alla carne, preferibilmente bianca. Si pensi, ad esempio, al petto di pollo, a quello di tacchino o al vitellino magro. Ricordate, inoltre, che l’unico condimento concesso è l’olio extravergine di oliva, quindi niente burro.

Chi soffre di colite, inoltre, deve assumere ogni giorno un’adeguata quantità di fermenti lattici (sia prebiotici che probiotici), in quanto sono in grado di riequilibrare la microflora batterica.

 

Fonte:http://www.benesserefaidate.com/corpo/dieta-per-colite/

 

Se ti è piaciuto l’articolo condividilo e iscriviti alle nostre pagine Facebook Pianetablunews e Beautiful exotic planet earth  € ed al nostro profilo su twitter.

 Per l’iscrizione:passa il mouse sul tasto ti piace,aspetta due secondi si aprirà  un finestrella.

Clicca sul tasto €œMi piace € e poi su €œricevi notifiche per seguirci costantemente.

Pianetablunews lo trovi anche su google plus

Segui anche il nostro blog  tramite email per non perdere altri articoli, curiosità  e consigli!!

Ti è piaciuto l’€™articolo? condividilo anche tu sui social, clicca

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.