Immagini aeree rivelano misteriosi cerchi giganti in pietra in Medio Oriente

Cerchi di pietre enormi scoperti per via aerea in Medio Oriente sono stati fotografati ad alta risoluzione per rivelare la loro età e altri dettagli intriganti.

Per decenni, gli archeologi in Giordania cercando di capire il mistero di questi cerchi , chiamati “Grandi Cerchi”. Undici di loro sono stati costruiti con pareti in pietra, sono stati scoperti nella regione nel 1920 da aerei, e anche oggi gli scienziati non sono sicuri del loro scopo.

Loading...

Da allora,  è stata effettuata poca ricerca sulla struttura. Ora, nuove immagini aeree indicano che i cerchi sono stati creati almeno due mila anni fa, forse risalenti alla preistoria.

Cerchi

Questo è il cerchio J2   visto dall’alto. Con un diametro di 390 metri:

J2

Qui di seguito, è possibile vedere l’immagine dello stesso cerchio visto da terra. In origine, le pareti in pietra dei grandi cerchi non erano più di un metro di altezza. È interessante notare che essi sembrano non avere nessuna apertura,gli archeologi ritengono che le persone dovevano saltare sopra i muretti per andare nei circoli.

J2

Un altro grande cerchio, chiamato J3, si estende per circa 400 metri di diametro. Nella foto si vedeno campi coltivati e una strada moderna in Medio Oriente, che taglia il cerchio:

J3

  I ricercatori ritengono che una dozzina di persone, lavorando sodo, potrebbero costruire un cerchio di questi in circa una settimana, la creazione di una struttura del genere non è  qualcosa di molto complicato.

J3

Il grande cerchio chiamato J1 è di circa 390 metri di diametro ha subito la demolizione in tempi moderni creando uno spazio aperto all’interno del cerchio. Sebbene il cerchio è danneggiato, la precisione della sua forma è ancora visibile.

J1

J1

Il grande cerchio chiamato J4 è di circa 420 metri di diametro. Un antico sentiero lo attraversa. A sud del cerchio, questa strada ha tre pietre miliari romane.

J4

Durante l’impero romano, le pietre miliari sono state eretti a intervalli regolari, fornendo ai viaggiatori un’idea di quanto erano lontani dalla loro metà. Mark ha anche preso il nome dell’imperatore romano, per far sapere che Roma controllava il territorio.

Sotto, un’immagine aerea del cerchio J6 , con circa 400 metri di diametro.

J6

Il grande cerchio chiamato J10 ha una forma irregolare. Inoltre, una strada romana lo taglia.

J10

Il cerchio in basso si trova nei pressi di Homs, in Siria. Ora praticamente distrutta, può ancora essere visto su Google Earth . Esaminato il pavimento , i ricercatori hanno scoperto che si trovava su un bacino ricco di culture e insediamenti.

Siria Circle

Nel complesso, questi grandi cerchi sono parte di un paesaggio ricco di strutture in pietra, a forma di ruote (strutture con i raggi che si irradiano verso l’esterno) e aquiloni (strutture in pietra utilizzate per incanalare e uccidere animali).

Al fine di scoprire da chi sono stati utilizzati questi cerchi misteriosi, gli archeologi hanno ancora bisogno di fare molto lavoro sul campo . [ LiveScience ]

Natasha Romanzotti

Fonte:http://hypescience.com/imagens-aereas-revelam-circulos-de-pedra-gigantes-e-misteriosos-oriente-medio/

 

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo e iscriviti alle nostre pagine Facebook “ Pianeta blu e Beautiful exotic planet earth” ed al nostro profilo su twitter. Per l’iscrizione:passa il mouse sul tasto ti piace,

aspetta due secondi si aprirà un finestrella.
Clicca sul tasto “Mi piace” e poi su “ricevi notifiche” per seguirci costantemente
.

Pianetablunews lo trovi anche su google plus

Segui anche il nostro blog https://pianetablunews.wordpress.com/ tramite email per non perdere altri articoli, curiosità e consigli!!

Ti è piaciuto l’articolo? condividilo anche tu sui social, clicca

Loading...