In un verme marino senza cervello,ricercatori trovano alcuni processi che regolano l’evoluzione del cervello nei vertebrati

L’origine del cervello dei vertebrati è molto complesso è un po ‘misterioso.”In termini di evoluzione, si apre praticamente dal nulla. Non si vede nulla anatomicamente simile in altri animali”, dice Ariel Pani, un ricercatore presso ilMarine Biological Laboratory (MBL) in Woods Hole e uno studente laureato allal’Università di Chicago.


Si tratta di un verme adulto ghianda con la sua proboscide in basso a destra e la coda in alto a sinistra. Credit: A. Pani

Loading...


Ma questa settimana sulla rivista Nature, Pani e colleghi riferiscono di trovare alcuni dei processi genetici che regolano   dei vertebrati in (di tutti i posti), il worm ghianda, un senza cervello,  che hanno raccolto da Waquoit Bay a Falmouth, Massachusetts
Gli scienziati erano alla ricerca di prove ancestrali dei tre “centri di segnalazione” nell’embrione dei vertebrati che sono i principali componenti di una “impalcatura invisibile che istituisce il nucleo dello sviluppo del cervello , dice Pani. Diagnosticamente caratteristiche molecolari di questi centri di segnalazione sono per lo più manca nelle uova di mare e le lancelets, i cordatiinvertebrati che sono i più stretti parenti evolutivi dei vertebrati. Ciò ha suggerito che questi centri di segnalazione sono le innovazioni principali che sono sorti di nuovo nel linguaggio dei vertebrati.
Eppure, sorprendentemente, gli scienziati hanno trovato centri di segnalazione molto simili nel verme più distante relativi ghianda (Saccoglossus kowalevskii), un hemichordate. Embrioni a vite senza fine Acorn mancano di strutture del sistema nervoso paragonabili a vertebrati cervello, e il loro lignaggi si è discostato da vertebrati più di 500 milioni di anni fa. Pani e colleghi hanno scoperto che, nel verme ghianda, i centri di segnalazione dirigere la formazione del piano del corpo embrionale.

Questa immagine mostra una colorazione fluorescente con ogni quadrato che mostra dove diversi geni sono accesi negli embrioni di ghianda a vita senza fine. Più colori in una singola immagine mostrano le attività di differenti geni nell’embrione stessa. Pani, et. al.,  ha usato queste tecniche per visualizzare un progetto genetico nascosto  in embrioni hemichordate anatomicamente semplici che è inaspettatamente simile a un cervello dei vertebrati. Credit: A. Pani

la sua immagine mostra una colorazione fluorescente con ogni quadrato che mostra dove diversi geni sono accesi negli embrioni a vite senza fine ghiandola. Più colori in una singola immagine mostrano le attività di differenti geni nell’embrione stessa. Pani, et. al., usato queste tecniche per visualizzare un progetto nascosto genetico in embrioni hemichordate anatomicamente semplici che è inaspettatamente simile a un cervello dei vertebrati. A. Pani

“Che cosa questo significa è l’ultimo (comune) antenato dei hemichordates e dei vertebrati, anche se probabilmente non ha avuto un vertebrato simile sistema nervoso, aveva alcuni meccanismi molto complessi e vertebrati-like per definire il suo piano corpo”, dice Pani . “E una delle implicazioni di massima è che questi strani, animali marini possono essere molto istruttivi per comprendere l’evoluzione dello sviluppo dei vertebrati e genetica in un modo che non ti aspetti.”
Ma l’ascidia non deve preoccuparsi: non è stato usurpato dal worm ghianda. “Illancelet e ascidie (ascidie) saranno ancora i primi animali vedremo se vogliamo capire l’evoluzione dei vertebrati. Ma se troviamo differenze, ora sappiamo che è importante guardare gli animali anatomicamente divergenti, in cui si aspettata di trovare somiglianze convincenti “, dice Pani. “Penso che questo principio si applica in generale alla comprensione degli animali evolutivamente

La MBL, dove sono raccolti più di 200 tipi diversi di animali marini e mantenuto, è stata a lungo un centro di studi comparativi di evoluzione e sviluppo. “E ‘una prospettiva importante che gli scienziati possono ora implementare in modomolto semplice”, dice Pani. “A causa dei progressi in sequenziamento del gene e le tecniche di sviluppo, molti ricercatori sono ora liberi di scegliere un animalein un luogo interessante (nell’albero evolutivo) e perseguire una ricerca su di essoad una velocità che non era possibile prima. Credo che sta per avere un impattodavvero grande. ”
Christopher Lowe, Pani Ph.D. consulente, ha lavorato su hemichordates al MBLdal 2002, in collaborazione con i laboratori di John Gerhart, Marc Kirschner,Elena Casey, e Mark Terasaki. “La MBL è stato un ottimo posto per lavorare”, dice Pani. “Ci sono un sacco di esperienza in allevamento e riproduzione degli animali, e abbiamo avuto un sacco di aiuto da parte del personale. Zeiss e Nikon ci hanno prestato attrezzature presso il MBL per anni. E ‘stato solo un ambiente davvero unico e collaborativo che unisce conoscenza organismal con impianti tecnici di fascia alta. ”

Fornito da Marine Biological Laboratory

Fonte: http://www.physorg.com/news/2012-03-brainless-marine-worm-developmental-scaffold.html

 

Ricordo ai visitatori di pianetablu news che su facebook è stata creata la pagina pianeta blu in cui vengono riportati gli articoli di pianetablu news ed anche altre notizie.Se la pagina è di vostro gradimento cliccate in alto a destra sul bottone mi piace e fatela conoscere anche ai vostri amici per aiutarla a farla crescere.

ecco il link della pagina:

https://www.facebook.com/pages/Pianeta-blu/190882504295322

Loading...