Scoperti nel deserto del Sahara 1,8 miliardi di alberi nascosti

L’immagine di un albero nel deserto del Sahara è difficile da immaginare; tuttavia, gli scienziati hanno scoperto che non ce n’è uno, ma milioni.

Il Sahara è il deserto più grande del mondo, per il quale è ben noto. La sua estensione è simile a quella di tutti gli Stati Uniti. Le caratteristiche di queste terre sono piuttosto specifiche: grandi dune di terra, tempeste di sabbia, clima arido e altro.

Loading...

In questo contesto, lo sviluppo della vita animale o vegetale diventa quasi impossibile; Ma contro ogni previsione, gli scienziati hanno scoperto un gran numero di alberi.

GLI ALBERI DEL DESERTO DEL SAHARA

A causa dell’estensione di questo deserto e delle forti tempeste di sabbia, era stato difficile studiare in dettaglio le condizioni reali di questo terreno. Grazie allo sviluppo di nuove tecnologie, è stato possibile scoprire molto di più sul deserto del Sahara. La più grande scoperta che è stata fatta finora è la contabilizzazione di oltre 1,8 miliardi di alberi solitari nell’area del Sahel, verso ovest del deserto.

Questa scoperta è stata ottenuta grazie a un totale di 11.000 immagini fornite dalla NASA che sono state combinate e hanno permesso di rilevare questi alberi. Allo stesso modo, attraverso l’intelligenza artificiale è stato possibile rilevare e contare gli alberi esistenti nel deserto del Sahara. Così, attraverso le tecnologie è stato possibile comprendere molto meglio le reali condizioni di quest’area così poco esplorata dall’uomo. Questo studio è stato condotto da Martin Brandt, un accademico dell’Università di Copenhagen, in Danimarca

Le specie arboree che sono state rilevate nel Sahara sono state chiamate alberi solitari. Questi alberi hanno raggiunto ciò che si credeva impossibile, per un albero adattarsi alle condizioni estreme del deserto del Sahara. Tra le caratteristiche più importanti di questi alberi c’è la loro rigogliosa. A seconda della zona in cui si trova l’albero, l’estensione della sua chioma è più o meno grande; tra 3m² e 12 m² circa.

Allo stesso modo, è importante evidenziare che gli alberi presi in considerazione per questo studio erano quelli con una chioma di 3 m² o più; ma che ci sono anche altri tipi di arbusti più piccoli. Ciò implica un drastico cambiamento nel modo di intendere gli ecosistemi.

IMPORTANZA DI QUESTA SCOPERTA

Sebbene sia un gran numero di alberi che erano sconosciuti, questo non pone fine al problema della deforestazione in tutto il mondo; Vengono tuttavia evidenziate importanti considerazioni che possono migliorare il futuro del pianeta.

Grazie ai risultati di questi studi, si profila chiaramente la possibilità che non comprendiamo ancora appieno la natura. In questo modo, questa scoperta rappresenta una rivoluzione nel pensare agli ecosistemi. Con una maggiore conoscenza degli alberi e degli ecosistemi del pianeta, sarebbe possibile per noi trovare una soluzione a una varietà di problemi ambientali e trovare un modo per garantire un futuro migliore per l’ambiente e anche per l’uomo.

Se in una situazione così complessa come il deserto del Sahara alcuni alberi hanno saputo adattarsi e sopravvivere, e anche in questo luogo ha addirittura nevicato ; Molte sono le domande che riaffiorano sulla natura stessa a cui in precedenza pensavamo di avere le risposte.

COSA NE PENSI DI QUESTA NOTIZIA?

Deliana Moreno

Fonte: www.bioguia.com

SEGUICI SENZA CENSURA SU TELEGRAM

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

Loading...