Questa tribù amazzonica potrebbe essere la chiave per fermare l’invecchiamento precoce

Gli studi rivelano che una persona di 80 anni, appartenente a questa tribù, ha le condizioni vitali di una persona di 55 anni.

Grazie al loro stile di vita, in sintonia con la natura amazzonica che li circonda, i membri della tribù T’simane sono più resistenti all’invecchiamento di chiunque altro al mondo. Scopri di più su di loro.

Loading...

È una piccola tribù, di 20-30 famiglie, che vive nell’area ecuadoriana della giungla amazzonica. Sono isolati dalla civiltà moderna, al punto da avere una loro lingua, il chimán.

Tuttavia, la cosa più sorprendente di questo gruppo di persone è la loro capacità di rimanere giovani. Beh, invecchiano 7 volte più lentamente dell’americano medio .

Buona alimentazione e movimento costante

La verità è che i T’simane non hanno un segreto, né una pozione di eterna giovinezza. La loro capacità di invecchiare più lentamente è data dal loro ritmo di vita , oltre che dal loro legame con la natura.

Essere sedentari non è un’opzione per loro, poiché dipendono dall’agricoltura, dalla pesca e dalla caccia . Per lo stesso motivo, hanno un corpo sano, poiché mangiano frutta, verdura, carne e pesce, senza alcun tipo di prodotto chimico o lavorazione.

Cuore sano, vita sana

I membri della tribù T’simane non hanno le condizioni moderne , come l’obesità, le infezioni respiratorie o le malattie gastrointestinali. Al contrario, hanno un cuore, un cervello e una salute fisica eccellenti.

Il tipo di vita che conducono aiuta a mantenere le loro arterie giovani e flessibili. Ciò consente, a sua volta, che non soffrano di infarti cardiaci o cerebrali .

In conclusione, essere isolati, mangiare correttamente e mantenersi in costante movimento è ciò che li fa invecchiare più lentamente.

PENSI CHE LA LORO GIOVINEZZA SIA DOVUTA AL TIPO DI VITA CHE HANNO? ABBIAMO LETTO I TUOI COMMENTI.

Foto di leondeniscf da Pixabay

Deliana Moreno

Fonte:  www.bioguia.com

SEGUICI SENZA CENSURA SU TELEGRAM

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

Loading...