Una nuova ricerca afferma che la coscienza è un campo magnetico

Una nuova idea insolita nelle neuroscienze suggerisce che la nostra coscienza deriva da un campo di onde elettromagnetiche emesse dai neuroni quando sparano le loro cariche elettriche.

L’idea è che queste onde di attività elettrica siano inviate dai neuroni e, mentre si propagano attraverso le aree del cervello, orchestrano la nostra intera esperienza cosciente. La ricerca, pubblicata il mese scorso sulla rivista scientifica Neuroscience of Consciousness , fornisce più teoria che prove tangibili, ma l’autore afferma che può aprire la strada a robot pensanti che sentono veramente.

Loading...

L’autore Johnjoe McFadden è un biologo molecolare e direttore di biologia quantistica presso l’Università del Surrey, in Inghilterra, che sottolinea i difetti in altri modelli di coscienza, il motivo per cui non abbiamo intelligenza artificiale senziente o robot in grado di raggiungere la coscienza.

Ricreando queste onde elettriche nelle macchine, suggerisce McFadden, gli ingegneri potrebbero raggiungere questo scopo.

L’ipotesi di McFadden si discosta dalla maggior parte dei neuroscienziati, che generalmente vedono la coscienza come una narrazione che il nostro cervello costruisce dai nostri sensi, percezioni e azioni. Invece, McFadden ritorna a una versione più empirica del dualismo – l’idea che la coscienza abbia origine da qualcosa di diverso dal nostro cervello – in questo caso, l’energia.

“Il modo in cui la materia cerebrale diventa cosciente e può pensare è un mistero che è stato meditato da filosofi, teologi, mistici e persone comuni per millenni  , ha detto McFadden in un comunicato stampa. “Credo che questo mistero sia stato risolto e che la coscienza sia l’esperienza dei nervi che si connettono al campo elettromagnetico auto-generato del cervello per condurre ciò che chiamiamo ‘libero arbitrio’ e le nostre azioni volontarie”.

Foto di Matt Antonioli su Unsplash

Fonte: hypescience.com

SEGUICI SENZA CENSURA SU TELEGRAM

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

Loading...