Una pozione medievale si dimostra efficace contro i batteri

Una formula vecchia di 1.000 anni per il trattamento delle infezioni agli occhi può portare gli scienziati su un nuovo percorso per combattere la resistenza agli antibiotici.

La pozione sembra davvero una stregoneria: cipolla, vino, aglio e bile di manzo. E un articolo scientifico pubblicato sulla rivista Nature Scientific Reports ha mostrato che la formula per “Colliri calvi” è riuscita a uccidere innumerevoli batteri, anche alcuni resistenti agli antibiotici, ha riferito Gizmodo .

Loading...

Metodo sottovalutato

L’articolo di Freya Harrison e colleghi dell’Università di Warwick mostra un metodo sottovalutato per raggiungere nuovi battericidi. Oggi numerosi antibiotici non funzionano contro alcuni ceppi di batteri che hanno sviluppato resistenza ai farmaci. I libri di medicina medievali possono essere una fonte insolita di nuovi farmaci.

Colliri calvi ricreati dagli scienziati. 
Credito: Warwick University

Gli ingredienti isolati nei colliri di Bald non hanno funzionato per uccidere i batteri, ma quando combinati hanno mostrato il loro potenziale. I colliri erano molto efficaci contro il batterio Staphylococcus aureus (MRSA) che può portare a gravi infezioni potenzialmente letali.

Quali batteri hanno combattuto la pozione

Freya ha testato i colliri su cinque ceppi di batteri che possono causare infezioni fatali – uno dei quali resistente agli antibiotici – in modelli di infezione dei tessuti molli. Tutti hanno mostrato vari gradi di resistenza ai comuni antibiotici.

  • Acinetobacter baumanii (comune nelle ferite di guerra),
  • Stenotrophomonas maltophilia (che causa la polmonite),
  • Staphylococcus aureus (trovato nelle infezioni nosocomiali post-chirurgiche),
  • Staphylococcus epidermidis (cellulite infettiva, tonsillite, scarlattina e febbre reumatica).

I colliri medievali hanno inibito i batteri promettentemente, secondo l’articolo, senza danneggiare le cellule umane o del topo, che mostra il suo potenziale come trattamento contro le infezioni.

Non conosciamo ancora la causa dell’effetto

Sebbene l’aglio contenga allicina, efficace contro alcuni batteri, ciò non spiega l’efficacia della miscela di aglio, vino, cipolla e bile bovina che agisce in modo così efficace e contro batteri così vari.

“Abbiamo scoperto che la potente attività … dei colliri calvi non può essere attribuita a un singolo ingrediente e richiede la combinazione di tutti gli ingredienti per raggiungere la piena attività”, hanno scritto i ricercatori.

In una dichiarazione in cui si dice che si deve ricercare l’importanza della scoperta dei composti antibatterici creati da vari ingredienti.

“La maggior parte degli antibiotici che usiamo oggi sono derivati ​​da composti naturali, ma il nostro lavoro evidenzia la necessità di esplorare non solo composti unici, ma anche miscele di prodotti naturali per trattare le infezioni”, ha affermato Harrison. “Riteniamo che la futura scoperta di antibiotici da prodotti naturali potrebbe essere migliorata studiando combinazioni di ingredienti, piuttosto che piante o composti isolati. In questo primo caso, pensiamo che questa combinazione possa suggerire nuovi trattamenti per ferite infette, come ulcere diabetiche su piedi e gambe. “

Fonte:hypescience.com

SEGUICI SENZA CENSURA SU TELEGRAM

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

Loading...