I 10 RITI DI PASSAGGIO DALL’ADOLESCENZA ALL’ETÀ ADULTA PIÙ DIFFUSI NEL MONDO

I riti di passaggio sono molto comuni in quasi tutte le culture. Essi esistono da molto tempo e sono importanti nel passaggio dall’adolescenza all’età adulta, consentendo lo sviluppo di una personalità più responsabile e matura. Nella cultura occidentale,molti riti di passaggio  sono comuni, ma in alcune culture poco conosciute,i riti possono essere più strani e persino inquietanti. 

10. Gli indiani Algonquin

 

I ragazzi di questa tribù indiana canadese vengono  portati in una zona separata dal resto della gente, e messi in gabbia. Lì,  viene data loro  una dose di una sostanza chiamata wysoccan, altamente allucinogena e quasi un centinaio di volte più forte dell’ LSD. L’intento del rituale è quello di  far dimenticare tutti i ricordi d’infanzia, in modo che gli adolescenti possano diventare uomini. Il problema di questo  rituale è che la forza della sostanza è così grande che molti ragazzi hanno perso la memoria familiare e la  propria identità, e alcuni hanno anche smesso di parlare. Ai ragazzi che dimostrano di avere ancora ricordi della loro infanzia,viene somministrata di nuovo un’altra dose di  wysoccan.

9. Il salto a Vanuatu

riti di passaggio bizzarre

Loading...

Questo rituale serve come un rito di passaggio e  di raccolta delle tribù dell’isola di Vanuatu, nel Pacifico. I ragazzi delle tribù devono scalare una torre alta 30 metri con stringhe legate alle caviglie. Quando il tuffo dalla torre  è fatto correttamente, il ragazzo deve toccare con le spalle e la testa il pavimento. Tuttavia, le stringhe non sono elastiche e un  errore di calcolo della  loro lunghezza  può causare lesioni gravi o addirittura la morte del ragazzo nel rituale, che viene praticato con bambini di circa 7 o 8 anni.

8. Il salto di Harmar

riti di passaggio bizzarre

Questo rituale viene eseguito dalla tribù di Harmar, in Etiopia, ed è fatto prima che gli uomini raggiungano l’età per sposarsi. Il partecipante deve saltare  quattro  volte mucche affiancate senza cadere. Il test viene fatto con il ragazzo nudo, come simbolo dell’infanzia che egli lascia dietro di sé, e se passa il test, il ragazzo va a vivere con gli uomini che hanno superato lo stesso test e  che sorvegliano i villaggi, territorio del loro popolo.

7. La tribù Okiek

riti di passaggio bizzarre

Il rito di passaggio di questa tribù del Kenya è lo stesso per uomini e donne, ed è realizzato con gli adolescenti di età compresa tra i 14 e  i 16 anni.Il rito inizia con la circoncisione degli organi sessuali, dopo  i partecipanti vengono separati dagli adulti di sesso opposto da 4 a 24 settimane.Il corpo delle  persone che partecipano al rito viene dipinto con argilla bianca e carbone,in modo che assumano un aspetto selvaggio, e iniziano a ricevere gli insegnamenti degli anziani. Per completare il rituale,viene suonato uno  strumento che riproduce il rombo di una creatura mistica che tormenta i giovani  durante l’iniziazione.

La circoncisione di solito viene  fatta con una vecchia lama sporca che lascia i giovani inclini alle infezioni.

La circoncisione femminile,consiste nella  rimozione del clitoride che rende la maggior parte delle donne non più  in grado di provare piacere durante il rapporto sessuale per il resto della vita.Chi si rifiuta  di sottoporsi al rito,viene isolato dal resto della tribù.

6. Festa della ragazza

Questo rito di iniziazione viene praticato dalla tribù  dei Tucuna,che vive nella regione settentrionale del Rio delle Amazzoni. Le ragazze  partecipano a questo rito,quando compaiono le prime mestruazioni, e  per 4 – 12 settimane vengono messe  in isolamento in un luogo costruito nella casa di famiglia,per questo unico scopo. Durante questo periodo, si ritiene che la ragazza  si trovi nel mondo sotterraneo, in una situazione di pericolo, in presenza di un demone conosciuto come Noo.La ragazza per più di due giorni  resta con il corpo dipinto di nero per proteggersi da  Noo. La mattina del terzo giorno, esce  dall’isolamento, e partecipa ai festeggiamenti organizzati dai parenti e può ballare fino all’alba. Dopo i festeggiamenti,la ragazza riceve una lancia di fuoco,che mette in fuga il diavolo. Dopo di che, la tribù ritiene che una donna può raggiungere l’età adulta in modo sicuro.

5. La tribù Okrika

riti di passaggio bizzarre

Questa tribù nigeriana  fa eseguire  il rito alle ragazze, in modo che entrino nell’età adulta. Le giovani tra i 14 e i 16 anni vengono nutrite con molto cibo in modo che  ingrassino. Imparano anche le canzoni tradizionali del canto rituale per diversi giorni, durante l’alba. La gente della tribù crede che le ragazze possano stringere legami con  gli spiriti dell’acqua, e così cantano canzoni tradizionali prima che possano sposarsi. L’ultimo giorno del rito, le ragazze vanno vicino all’acqua, con una donna più esperta  che cerca di portarle via dagli spiriti.

4. nativi Mardudjara

riti di passaggio bizzarre

Questi aborigeni australiani portano i ragazzi di una certa età in prigione,in quel luogo ricevono le rassicurazioni di un vecchio mentre un altro rimuove loro  il prepuzio del pene senza anestesia. Dopo di che, i ragazzi si inginocchiano su uno scudo accanto a un fuoco e devono mangiare la propria pelle grezza, senza masticare. Dopo di che,non sono più considerati  bambini,ma uomini completi. Dopo che si guarisce dalla ferita della  circoncisione, gli uomini subiscono un altro intervento chirurgico: il pene viene tagliato in basso, accanto ai testicoli, e il sangue che scorre dovrebbe cadere su un falò per purificarli, e dopo l’incisione devono chinarsi per urinare come le donne.

3. La tribù di Sateré-Mawe

riti di passaggio bizzarre

Questa tribù amazzonica esegue un rituale di iniziazione con ragazzi che può essere considerato uno dei più dolorosi della nostra lista. I giovani della tribù devono indossare una sorta di guanto pieno di formiche proiettile, il cui morso è quasi 20 volte più doloroso di una vespa. I ragazzi devono ballare con la mano all’interno del guanto per dieci minuti, e il dolore è così intenso che il corpo soffre di crisi epilettiche  e il dolore può durare fino a 24 ore. La cosa  più incredibile è che gli uomini della tribù ripetono questo rito più volte nel corso della vita, per dimostrare la loro virilità.

2. La caccia di Matis

riti di passaggio bizzarre

La tribù dei Matis, che vivono nella foresta amazzonica brasiliana, esegue quattro prove con i ragazzi, in modo che essi dimostrino che possono partecipare alla caccia con gli altri uomini. In primo luogo, i ragazzi ricevono veleno dritto negli occhi, presumibilmente per migliorare la loro visione e affinare i sensi. Poi vengono picchiati e  vengono strappate loro  le ciglia, e quindi ricevono l’inoculazione del veleno. La tribù ritiene che il potente veleno animale aumenti la forza e la resistenza, che vengono raggiunte solo dopo che i partecipanti  al rito soffrono di una forte nausea, vomito e diarrea. Quando i ragazzi passano attraverso questa terribile sequenza di test, sono considerati in grado di partecipare alla caccia della tribù.

1. La tribù Sambia

riti di passaggio bizzarre

L’iniziazione dei ragazzi di questa tribù della Nuova Guinea inizia all’età di sette anni, quando vengono separati da tutte le donne, e iniziano a vivere solo con gli uomini per i prossimi dieci anni. All’inizio del rituale, la pelle dei ragazzi viene scorticata e viene indotto il  sanguinamento dal naso per eliminare la contaminazione delle donne. I ragazzi devono anche consumare la canna da zucchero per stimolare il vomito e la defecazione, per lo stesso scopo. Dopo la ” pulizia ” del corpo, ingeriscono sperma, considerato essenziale per crescere e rimanere forti.

Durante il rito, i ragazzi vengono informati sulle impurità femminili e le loro insidie, e apprendono tecniche di purificazione. Quando si sposano,praticano spesso le tecniche di purificazione,imparate durante il rito di iniziazione, contro le impurità della moglie.Ad esempio,gli uomini spargono un  profumo molto intenso ogni volta che la donna ha le  mestruazioni. Nell’ultima fase del rituale di iniziazione, i giovani devono rimuovere i peli pubici e darli a un uomo anziano. Durante questa fase, l’uomo anziano spiega ai ragazzi che i loro rapporti eterosessuali non devono essere promiscui.

[ Fonte: Listverse ]

Fonte: hypescience.com

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.