Quattro miti sull’dratazione che si rifiutano di morire

Come Derek Zoolander saggiamente ha ammesso, l’umidità è l’essenza della vita. Se ti piace l’acqua potabile o no, rappresenta circa il 60% del peso corporeo ,  e svolge un ruolo molto importante per assicurare il  normalmente funzionamento del corpo.. Ma le statistiche a parte, ci sono un paio di miti circa l’idratazione che si rifiutano di morire.

Mito numero uno: Hai bisogno di bere otto bicchieri di acqua al giorno

Questa “regola” è una delle più note e  ripetute,ma è ridicola arbitraria ed è stata presa come legge da molti. In realtà, non ci sono prove scientifiche a sostegno di questa affermazione. Il medico Heinz Valtin, a Dartmouth University negli Stati Uniti, ha fatto una ricerca per sapere dove è nata questa idea, e il risultato è stato solo un articolo dalla American Physiological Society sulla mancanza di prove scientifiche dietro l’assioma popolare .

Loading...

La verità è che le nostre esigenze reali possono essere più di 8 bicchieri di acqua o meno. Non c’è un numero magico, e l’importo cambia ogni giorno a seconda delle dimensioni, peso, temperatura ambientale, le attività quotidiane e, soprattutto, di quanto si mangia.

Quindi, come si fa a sapere quanta acqua si deve bere?

Prima di tutto questa scienza si basa su un meccanismo affidabile per assicurarci  di avere   sempre abbastanza acqua, si chiama sete.

Mito numero 2:se hai sete, sei già disidratato

Letteralmente e in casi estremi, questo è vero La sete è normalmente attivata da una diminuzione del contenuto di acqua del vostro corpo. Ma non è così terribile come la gente di solito fa sembrare.

 

Livelli normali di sete di solito avvengono con una riduzione del 2-4% di acqua del corpo .Finché non si hanno problemi renali, questo è generalmente tollerabile, e agisce come una perfetta guida per farvi sapere quando avete bisogno di un bicchiere di H2O.

Ma la disidratazione diventa un vero problema quando si supera un calo del 5-8% di acqua corporea. In questa fase, tuttavia,si dovrebbero avvertire vertigini e stanchezza, e un livello molto più grave di una bocca leggermente asciutta.

Il principio vale anche per la sete quando ci si sta esercitando. In questo caso, vale la pena notare se spesso dimenticate di idratarvi  e terminate l’allenamento morendo di sete. La raccomandazione dei professionisti della salute è quello di prendere su una tazza di acqua per ogni 10 a 20 minuti di attività intensa.

Terzo mito:Bevande sportive sono l’opzione migliore dopo l’esercizio

Dipende.

Le bevande sportive sono piene di elettroliti (ioni di sale), che aiutano il corpo a sostituire quelli persi con il sudore. Gli elettroliti sono importanti perché sono fondamentali per il funzionamento dei nervi, e aiutano a mantenere i livelli di pH nel sangue, tra le altre cose.

Ma Gatorade? È meno importante. Una buona campagna di marketing in grado di provare a convincervi che è il massimo in ogni momento, ma queste bevande sono davvero necessarie  solo se è stato fatto un esercizio fisico molto difficile per un tempo lungo, , o ore di cammino sotto il sole caldo.

Quarto mito: bere molta acqua aiuta a lavare le tossine dal corpo

Non proprio. C’è un equivoco popolare che bere grandi quantità di acqua magicamente vi  aiuterà a ripulire le vostre viscere dei peccati dello scorso fine settimana.

Bere quantità adeguate di acqua assicura che il metabolismo del vostro corpo funzioni. correttamente e svolge le funzioni essenziali, tra cui il processo di disintossicazione naturale condotto dal fegato e reni.

Ma il tuo corpo funziona bene fino a quando c’è sempre abbastanza acqua. Qualsiasi ulteriore assunzione non vi  aiuterà. Infatti, bere molta acqua può anche prevenire il processo di disintossicazione del corpo, dal momento che questo eccesso riduce la concentrazione di sale nel sangue, che può danneggiare i reni e il fegato e impedire il normale funzionamento. [ Lifehacker ]

Fonte: hypescience.com

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.