Scienziati invertono l’invecchiamento in cellule umane

È il Santo Graal per la medicina: come fermare o addirittura invertire l’invecchiamento.  Squadre di scienziati in tutto il mondo freneticamente cercano di capire cosa può causare l’invecchiamento, studiando tutto dal nematode ai ratti talpa,ora sembra che una squadra dal Giappone potrebbe avere fatto un passo avanti.

Difetti nei mitocondri, chiamati “la centrale elettrica della cellula,” in quanto essi producono energia per le cellule, sono stati a lungo associati con le caratteristiche legate all’invecchiamento, quali perdita di peso e di capelli,curvatura della colonna vertebrale e l’osteoporosi. Una delle più popolari teorie attuali sull’invecchiamo è chiamata “la teoria mitocondriale dell’invecchiamento”. Si è pensato che un accumulo di mutazioni nel DNA trovato nei mitocondri sono la ragione di questo.

Loading...

Ma i ricercatori dall’Università di Tsukuba in Giappone sono stati in grado di dimostrare che questo potrebbe non essere il caso. Essi suggeriscono che difetti non sono dovuti alle mutazioni nel DNA, ma potrebbero essere i fattori esterni che li guidano. Hanno esaminato come i mitocondri lavorano in linee derivate da giovani cellule e confrontati con linee cellulari derivate da persone anziane. Quello che hanno trovato era affascinante. C’erano differenze osservabili nel numero di mutazioni del DNA mitocondriale tra le cellule più giovani e più anziane. I loro risultati sono pubblicati nei rapporti di Science Reports.

Questo ha portato i ricercatori a suggerire che forse sono i cosiddetti fattori“epigenetici”, come l’aggiunta di alcune proteine al DNA mitocondriale, che potrebbero portare alla creazione di difetti che causano i segni dell’invecchiamento.Se questo fosse il caso i ricercatori propongono  il “ripristino” delle linee cellulari con cellule staminali per correggere e rimuovere questi fattori epigenetici.Quando hanno provato questo con le linee cellulari di persone anziane,  è esattamente ciò che hanno trovato. Abbastanza sorprendentemente, le cellule si sono trasformate da “vecchie”sono tornate  giovani.

Quando i ricercatori hanno fatto ulteriori osservazioni nelle sezioni di DNA che potrebbero essere influenzate da questi fattori epigenetici, due regioni che controllano la produzione di un particolare amminoacido hanno sottolineato i risultati.L’aminoacido in questione si chiama glicina. In più, quando essi poi hanno bagnata la linea cellulare derivata di un 97 enne  in glicina per dieci giorni,si è  ripristinata la capacità dei mitocondri per produrre energia e invertendo alcune difetti correlati all’età .

Mentre questa ricerca è stata condotta solo con linee di cellule in laboratorio, ricercatori sono desiderosi di studiare ulteriormente i fattori epigenetici che contribuiscono all’invecchiamento negli esseri umani, e se gli stessi processi potrebbero essere utilizzati per arrestare o invertire tale tendenza.

Josh L Davis

Fonte:http://www.iflscience.com/health-and-medicine/scientists-reverse-aging-human-cells-line

 

 

Se ti è piaciuto l’articolo condividilo e iscriviti alle nostre pagine Facebook Pianetablunews e Beautiful exotic planet earth  € ed al nostro profilo su twitter.

 Per l’iscrizione:passa il mouse sul tasto ti piace,aspetta due secondi si aprirà  un finestrella.

Clicca sul tasto €œMi piace € e poi su €œricevi notifiche per seguirci costantemente.

Pianetablunews lo trovi anche su google plus

Segui anche il nostro blog  tramite email per non perdere altri articoli, curiosità  e consigli!!

Ti è piaciuto l’€™articolo? condividilo anche tu sui social, clicca

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.