I gatti parlano con noi impariamo ad ascoltarli

Quando si tratta di gatti, ogni mossa può significare qualcosa. Fusa, miagolio o anche strizzando gli occhi, i gatti hanno da dire qualcosa Un gran numero di proprietari di animali domestici vogliono connettersi con i loro compagni pelosi, spesso ombrosi, e gli esperti dicono che c’è qualcosa da guadagnare da questi tentativi di comunicazione.

I gatti sono molto indipendenti e facilmente fraintesi, dice Gary Weitzman, presidente e amministratore delegato della San Diego Humane Society, membro dell’organizzazione internazionale di salvataggio degli animali SPCA e autore del nuovo libro del National Geographic “Come parlare con i gatti”. Ha lo scopo di svelare tutto il mistero di ciò che accade nella mente degli animali domestici e aiutare le persone a discernere ciò che i gatti stanno cercando di trasmettere.

Loading...

L’attivista spiega che i gattini possono fare fino a 16 suoni di miagolio diversi, e  può essere un modo per chiedere ai proprietari il cibo ,  affetto o lasciarli andare, e quasi mai funzionar come una forma di comunicazione tra i gatti.

Il direttore esecutivo della American College di comportamentisti veterinari e professore presso la Facoltà di Medicina Veterinaria presso la Texas A & M University, Bonnie Beaver, dice che questo è perché i gatti hanno imparato che possono ottenere quello che vogliono dalle persone. E ‘anche autrice di “Comportamento Felino: Una guida per Veterinari” 2003.

Linguaggio del corpo

Il significato di un graffio o un fischio acuto è del tutto evidente – ma i gatti possono parlare in modi più sottili, con gli occhi e code. Un lento battito di un gatto, per esempio, è come un occhiolino tra amici. “Flash è come un bacio di gatti”, dice Weitzman.

Ma l’atto di lasciare la coda dritta è l’equivalente per una stretta di mano umana. Un gatto pone questa appendice, quando si avvicina per dimostrare che lui è felice di vederci.

Testato e approvato

Dopo aver letto il libro, Susan McMinn, di Tryon, nello stato americano del North Carolina, era ansiosa di provare l’esercizio muovere lentamente le palpebre degli occhi con il suo gatto siamese, Jade. “Mi sono seduta eho mosso le palpebre lentamente e il mio gatto ha strizzato l’occhio. Naturalmente so che mi ama, ma ora sento che capisco la loro ulteriore comunicazione “, dice.

Susan possiede Jade da 10 anni e ha avuto sei gatti in tutta la sua vita.Eppure, lei pensa che lei ha ancora molto da imparare.

Basta leggere i segni

Weitzman dice che anche i movimenti delle orecchie o baffi significano qualcosa e vale la pena considerarli. Se le orecchie di un gatto sono piatte, non avvicinatevi perché ha paura di dover affrontare una battaglia. D’altra parte, un gattino è felice, pacifica o amichevole quando i loro baffi sono a punta lateralmente. Due volte più spessi di un capello umano e con  radici tre volte profonde, i baffi li guidano, li aiutano in tempo per catturare prede e mostrano come si sentono.

Imparare a comunicare con i gatti è anche importante per coloro che adottano un animale  esclusivamente sul colore o la razza che vogliono, invece di cercare un animale con cui hanno una connessione.

Nel santuario  Happy Cats  a Medford, New York, un potenziale proprietario può  chiedere un gatto bianco con morbida pelliccia, per esempio. Tuttavia, il direttore della comunicazione e lo sviluppo dell’istituto, Melissa Cox consiglia che i futuri proprietari di animali da compagnia per avere la certezza la compatibilità tra animale e proprietario devono trascorrere del tempo insieme . Forse vale la pena dare un’occhiata al lavoro di Weitzman per rendere tutto più facile. [Phys.org ]

Fonte: hypescience.com

 

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.