GLI SCIENZIATI DICONO CHE L’80% DI TUTTA LA LUCE NELL’UNIVERSO NON E’ PRESENTE

805898042041024660

Secondo le osservazioni fatte dal TELESCOPIO spaziale Hubble, l’80% della luce dell’universo è mancante. Gli astronomi sono completamente perplessi. “Noi ancora non sappiamo esattamente che cosa significa, ma almeno una cosa che pensavamo di conoscere delll’universo non è vera”, dice uno degli autori del nuovo studio, David Weinberg della Ohio State University (USA). Il telescopio ha mostrato che i fili che formano ponti idrogeno tra le galassie sono molto illuminanti, ma non possiamo nemmeno vedere la luce, o le fonti da cui scaturisce. Quando questi atomi di idrogeno sono fortemente influenzati da energia di luce ultravioletta, sono attivati ​​elettricamente carica neutra di ioni. Gli astronomi sono rimasti sorpresi quando hanno scoperto più ioni di idrogeno che potrebbero  essere spiegati con luce ultravioletta nota nell’universo, che provengono principalmente da quasar. La differenza è incredibile 400%. Gli astrofisici non sanno cosa sia responsabile degli effetti osservati.Sanno solo che non corrisponde alla nostra comprensione dell’idrogeno nell’universo, tanto meno si adatta con le nostre simulazioni attuali. Il mistero diventa ancora più strano quando confrontiamo questi risultati nell’universo vicino e lontano: questa discrepanza appare solo in alcune parti dello spazio più vicino a noi. Quando i telescopi sono concentrati in galassie di miliardi di anni luce di distanza ( mostrando agli astronomi quello che stava accadendo quando l’universo era giovane ), il conto sembra bilanciarsi. Il fatto che i conti sulla luce necessari per ionizzare l’idrogeno è stato corretto nell’universo primordiale, ma cade nel “presente” ha incuriosito gli scienziati. “Se contiamo le note sorgenti di fotoni ionizzanti, abbiamo fino a cinque volte meno di quanto abbiamo bisogno. Manca l’80% dei fotoni ionizzanti “, dice un altro coautore dello studio presso l’Università del Colorado (USA), Benjamin Oppenheimer. La domanda è: dove sono? Da dove vengono?”La possibilità più interessante è che una nuova fonte esotica, non quasar e le galassie, i fotoni sono responsabili della dispersione”, egli suggerisce. Questa materia esotica può anche essere la misteriosa materia oscura, la sostanza che tiene insieme le galassie, ma che non è mai stata vista direttamente. La luce può mancare per un prodotto di questa materia oscura in decadimento nel tempo. [ Gizmodo ]

Di Natasha Romanzotti

Loading...

Fonte:http://hypescience.com/luz-do-universo/

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo e iscriviti alle nostre pagine Facebook “ Pianeta blu  e Beautiful exotic planet earth” ed al nostro profilo su twitter.   Pianetablunews lo trovi anche su google plus Segui anche il nostro blog https://pianetablunews.wordpress.com/ tramite email per non perdere altri articoli, curiosità e consigli!! Ti è piaciuto l’articolo? condividilo anche tu sui social, clicca

Loading...