LA SONDA DELLA NASA CASSINI TROVA “LA PLASTICA” NELL’ATMOSFERA DI TITANO

Titan clouds 3d

Titan clouds anaglyph (N00156687 88 89)
Credit: NASA/JPL/Space Science Institute – Processing: 2di7 & titanio44

La sonda della NASA Cassini ha identificato il propilene nell’atmosfera della grande luna di Saturno, Titano, una sostanza largamente utilizzata nell’industria moderna per produrre il corrispondente polimero, il polipropilene, comunemente identificato comeplastica.

Loading...

Questa è la prima volta in cui il propilene è stato rilevato su una luna o un pianeta diverso dalla Terra.

Una piccola quantità era stata identificata nella bassa atmosfera di Titano grazie allo spettrometro composito CIRS (Composite Infrared Spectrometer) a bordo della Cassini.
Isolando lo stesso segnale, i ricercatori hanno potuto identificare l’elemento alle varie quote atmosferiche.

“Questa sostanza chimica è tutta intorno a noi nella vita di tutti i giorni, legata insieme in lunghe catene per formare la plastica, chiamata polipropilene”, spiega Conor Nixon, scienziato planetario del NASA Goddard Space Flight Center di Greenbelt, nel Maryland, autore principale dello studio.

 

I primi dati sull’atmosfera di Titano risalgono al passaggio ravvicinato della sonda Voyager 1, nel 1980.

Su Titano, gli idrocarburi si formano quando la luce del Sole rompe le molecole di metano, il secondo gas più abbondante nell’atmosfera della luna.
I frammenti liberati si possono poi combinarsi per formare catene con due, tre o più atomi di carbonio.
La famiglia di prodotti chimici con due atomi di carbonio include l’infiammabile gas etano.
Il propano appartiene invece alla famiglia con tre atomi di carbonio.

La Voyager aveva identificato tutti gli elementi con due atomi di carbonio, mentre della famiglia con tre atomi di carbonio aveva individuato solo il più pesante, il propano, e uno dei più leggeri, il propino.
Ma i prodotti chimici intermedi, tra cui il propilene, mancavano all’appello.

Questo elemento ha eluso ogni osservazione per molto tempo, fino allo spettrometro CIRS della Cassini.

“Tale misura è stata molto difficile da fare a causa di firma debole del propilene, sommersa da sostanze chimiche connesse con segnali molto più forti,” ha detto Michael Flasar, scienziato del Goddard e ricercatore principale per il CIRS. “Questo successo rafforza la nostra fiducia che troveremo ancora più sostanze chimiche che a lungo sono rimaste nascoste nell’atmosfera di Titano”.

“Sono sempre emozionato quando gli scienziati scoprono una molecola che non è mai stata osservata prima in un clima”, ha detto Scott Edgington, vice scienziato del progetto Cassini al NASA Jet Propulsion Laboratory (JPL) di Pasadena, California.

I risultati della ricerca sono stati pubblicati il 30 settembre sulla rivista Astrophysical Journal Letters.

Di Elisabetta Bonora

Fonte:http://www.aliveuniverseimages.com/speciale-missioni/missioni-nel-sistema-solare/cassini/573-la-sonda-della-nasa-cassini-trova-la-plastica-nell-atmosfera-di-titano

 

nuovo-logo-paginaRicordo ai visitatori di pianetablu news che su facebook è stata creata la pagina pianeta blu in cui vengono riportati gli articoli di pianetablu news ed anche altre notizie.Se la pagina è di vostro gradimento cliccate in alto a destra sul bottone mi piace e fatela conoscere anche ai vostri amici per aiutarla a farla crescere. Ecco il link della pagina: Pianeta blu   -Pianetablunews lo trovate anche su su twitter

 

 

Beautiful exotic planet earthRicordo che pianeta blu news su facebook ha una nuova pagina da un po di tempo Beautiful exotic planet earth. La sola intenzione di questa nuova pagina è quella di mostrare quanto sia incredibilmente bello il nostro pianeta attraverso foto ,video di animali e piante o paesaggi esotici,con qualche descrizione anche sulla gastronomia.Ecco il link della pagina: Beautiful exotic planet earth
Ti è piaciuto l’articolo? condividilo anche tu sui social, clicca!
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.