Scienziati scoprono fabbrica cosmica per fare i mattoni della vita

La ‘Grande Cometa’ del 1996, Hyakutake. Credito immagine: NASA

Gli scienziati hanno scoperto una ‘fabbrica cosmica’ per produrre i mattoni della vita, amminoacidi, la ricerca è stata pubblicata  sulla rivista Nature Geoscience .

Il team dell’Imperial College di Londra, l’Università di Kent e Lawrence Livermore National Laboratory hanno scoperto che quando le comete ghiacciate si scontrano in un pianeta, possono essere prodotti . Questi elementi di base sono prodotti anche se un   roccioso si schianta contro un pianeta con una superficie ghiacciata.

I ricercatori suggeriscono che questo processo fornisce un altro pezzo al puzzle di come la vita è stata avviata sulla Terra, dopo un periodo di tempo compreso tra 4,5 e 3,8 miliardi di anni fa, quando il pianeta era stato bombardata da comete e meteoriti.

Loading...

Il Dott. Zita Martins, co-autore del documento da parte del Dipartimento di Scienze della Terra e di Ingegneria presso l’Imperial College di Londra, dice: “Il nostro lavoro mostra che gli elementi di base della vita possono essere montati in qualsiasi parte del sistema solare e forse anche oltre.Tuttavia, il problema è che questi blocchi hanno bisogno delle condizioni giuste per la vita poter prosperare. Con il nostro studio si allarga il campo di applicazione per cui questi ingredienti importanti possono essere formati nel sistema solare e aggiunge un altro pezzo al puzzle di come la vita sul nostro pianeta ha messo radici. ”

Il Dr Mark Price, co-autore presso l’Università di Kent, aggiunge: “Questo processo dimostra un meccanismo molto semplice per cui possiamo andare da un mix di molecole semplici, come  ghiaccio composto di acqua e anidride carbonica , ad una molecola più complessa, come come un amminoacido. Si tratta del primo passo verso la vita. Il passo successivo è quello di capire come andare da un amminoacido a molecole ancora più complesse come le proteine ​​”.

L’abbondanza di ghiaccio sulle superfici di Encelado e Europa, che sono le lune che orbitano su Saturno e Giove, rispettivamente, potrebbe fornire un ambiente ideale per la produzione di aminoacidi, quando i meteoriti si schiantano nella loro superficie, dicono i ricercatori. Il loro lavoro sottolinea ulteriormente l’importanza delle future  su questi satelliti per la ricerca di segni di vita.

I ricercatori hanno scoperto che quando una cometa impatta su un mondo  crea un’onda d’urto che genera le molecole che compongono gli aminoacidi. L’impatto dell’onda d’urto genera anche calore, che trasforma le molecole in aminoacidi.

Il team ha fatto la loro scoperta, ricreando l’impatto di una cometa sparando proiettili attraverso una grande pistola ad alta velocità. Questa pistola, che si trova presso l’Università di Kent, utilizza gas compresso per spingere proiettili ad una velocità di 7,15 km al secondo in obiettivi di miscele di ghiaccio, che hanno una composizione simile a quella delle comete. Il conseguente impatto creaamminoacidi come glicina e D-e L-alanina.

Fonte:http://phys.org/news/2013-09-scientists-cosmic-factory-blocks-life.html

 

nuovo-logo-paginaRicordo ai visitatori di pianetablu news che su facebook è stata creata la pagina pianeta blu in cui vengono riportati gli articoli di pianetablu news ed anche altre notizie.Se la pagina è di vostro gradimento cliccate in alto a destra sul bottone mi piace e fatela conoscere anche ai vostri amici per aiutarla a farla crescere.

Ecco il link della pagina: Pianeta blu   -Pianetablunews lo trovate anche su su twitter

 

 

Beautiful exotic planet earthRicordo che pianeta blu news su facebook ha una nuova pagina da un po di tempo Beautiful exotic planet earth. La sola intenzione di questa nuova pagina è quella di mostrare quanto sia incredibilmente bello il nostro pianeta attraverso foto ,video di animali e piante o paesaggi esotici,con qualche descrizione anche sulla gastronomia.Ecco il link della pagina: Beautiful exotic planet earth

Ti è piaciuto l’articolo? condividilo anche tu sui social, clicca!

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.