IL PICCOLO E LONTANO PIANETA EXTRASOLARE DI TW HYDRAE, UN ESOPIANETA CHE NON DOVREBBE ESISTERE

TW Hydrae - disco planetario

Credit: NASA, ESA, J. Debes (STScI), H. Jang-Condell (University of Wyoming), A. Weinberger (Carnegie Institution of Washington), A. Roberge (Goddard Space Flight Center), G. Schneider (University of Arizona/Steward Observatory), and A. Feild (STScI/AURA)

Un team di ricercatori, grazie alle immagini del telescopio spaziale Hubble della NASA, potrebbe aver scoperto un pianeta extrasolare in formazione molto piccolo e molto distante dalla sua stella madre, la nana rossa TW Hydrae. Un pianeta che non dovrebbe esistere secondo gli attuali modelli.
La scoperta aggiunge, così, nuove importanti informazioni sulla grande varietà di sistemi planetari presenti nella nostra Galassia, mettendo in discussione le nostre conoscenze.

Il documento è stato pubblicato sulla rivista Astrophysical Journal.

Grazie alle osservazioni con la Near Infrared Camera e il Multi-Object Spectrometer (NICMOS) a bordo del telescopio Hubble, gli astronomi hanno identificato il solitario pianeta extrasolare in formazione a ben 12 milioni di chilometri dalla sua stella, circa il doppio della distanza Sole – Plutone, una scoperta che sfida attuali conoscenze e teorie sulla formazione di pianeti.

Loading...

Tra i quasi 900 pianeti extrasolari che sono stati confermati fino ad oggi, questo è il primo a trovarsi così lontano dal suo sole, una nana rossa a 176 anni luce di distanza dalla Terra, nella costellazione del Hydra.

Le immagini del Hubble hanno rivelato una sorta di vuoto, “gap“, ossia una fascia in cui le polveri sono assenti, di circa 3 milioni di chilometri, all’interno del disco protoplanetario, di circa 66 milioni di chilometri, di gas e polveri che ruotano intorno a TW Hydrae. E’ proprio l’assenza di materiale in questa zona che testimonierebbe la nascita di un nuovo pianeta che, anche se invisibile, avrebbe spazzolato e raccolto materiale attirandolo a sé con la sua forza gravitazionale.

Dalle dimensioni del gap, se ne deduce che il pianeta dovrebbe essere relativamente piccolo, dalle 6 alle 28 masse terrestre, mentre a causa della grande distanza dalla stella, la sua orbita dovrebbe essere molto lenta ed ampia.
La formazione, quindi, sarebbe avvenuta in moltissimi anni.

E’ proprio quest’ultimo aspetto a lasciar perplessi gli astronomi: Giove si è formato in 10 milioni di anni, mentre, secondo le stime, a questo pianeta ne servirebbero 200 volte di più.
Ma TW Hydrae ha un’età di circa 8 milioni di anni e, con una massa pari appena al 55% di quella del nostro Sole, l’esistenza del piccolo e lontano pianeta diventa sempre più improbabile.

Tuttavia, un’altra teoria sulla formazione planetaria suggerisce che il disco di polveri e gas possa diventare instabile in una zona, collassando su sé stesso. In questo scenario il pianeta potrebbe formarsi più rapidamente, in poche migliaia di anni.

Ma il mistero rimane: il disco protoplanetario di TW Hydrae mancherebbe di accumuli di materiale abbastanza grandi nelle sue regioni più esterne.
In base alle osservazioni del Atacama Large Millimeter Array in Cile, oltre i 8,8 milioni di chilometri dalla stella, quindi poco prima del gap, non esisterebbero neppure grani di polvere grandi come la sabbia.

Di Elisabetta Bonora

Fonte: http://www.aliveuniverseimages.com/flash-news/spazio-astronomia/473-il-piccolo-e-lontano-pianeta-extrasolare-di-tw-hydrae-un-esopianeta-che-non-dovrebbe-esistere

 

Pianeta bluRicordo ai visitatori di pianetablu news che su facebook è stata creata la pagina pianeta blu in cui vengono riportati gli articoli di pianetablu news ed anche altre notizie.Se la pagina è di vostro gradimento cliccate in alto a destra sul bottone mi piace e fatela conoscere anche ai vostri amici per aiutarla a farla crescere.

Ecco il link della pagina: Pianeta blu

 

Beautiful exotic planet earthRicordo che pianeta blu news su facebook ha una nuova pagina da un po di tempo Beautiful exotic planet earth. La sola intenzione di questa nuova pagina è quella di mostrare quanto sia incredibilmente bello il nostro pianeta attraverso foto ,video di animali e piante o paesaggi esotici,con qualche descrizione anche sulla gastronomia.Ecco il link della pagina: Beautiful exotic planet earth

 

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.