Come i Neanderthal sopravvissero all’era glaciale (video)

In un dramma preistorico di oltre 300.000 anni fa, i primi Neanderthal affrontarono le sfide del nord Europa durante l’ era glaciale , utilizzando la pelle dell’orso come cruciale adattamento al clima rigido. Questo antico adattamento, simile a un antico Blitzkrieg, ha lasciato un segno indelebile nella documentazione archeologica. I Neanderthal, super predatori aggressivi e carnivori, governavano la catena alimentare dell’età della pietra, con tutto, compresi i loro simili , nel loro menu. Nuove prove suggeriscono che l’uso delle pelli di orso ha svolto un ruolo fondamentale nella loro sopravvivenza durante i rigidi inverni. I segni di taglio sulle ossa dell’orso delle caverne indicano una meticolosa macellazione, evidenziando l’importanza di queste pelli per il calore. I sottili segni di taglio sulle carcasse degli orsi rivelano non solo un approccio strategico alla sopravvivenza ma anche intricati schemi di macellazione, suggerendo un sofisticato adattamento all’ambiente settentrionale.

Inoltre, la scoperta di lance di legno mette in discussione la precedente percezione dei Neanderthal come primitivi spazzini. Le lance di Schoningen (trovate in una miniera a Schoningen, in Germania) sono state realizzate con tecniche di progettazione e costruzione sorprendentemente avanzate , a significare un livello di abilità tecnologica precedentemente associato agli esseri umani moderni. Questa prova rimodella la nostra comprensione dei primi Neanderthal, descrivendoli come abili cacciatori con intricati sistemi sociali e forse una forma di linguaggio. Le scoperte di Schoningen svelano una complessa narrazione di sopravvivenza, adattamento e maestria di fronte alle sfide dell’era glaciale.

Immagine in alto: Neanderthal nell’era glaciale screenshot Youtube

Di Robbie Mitchell

Fonte:  www.ancient-origins.net

Seguici su Telegram Instagram Facebook | Pinterest | x