Come propagare una orchidea partendo da una foglia

Quella delle orchidee è una passione che condividiamo in molti, e non c’è da stupirsi. Queste meravigliose piante ci regalano tra i fiori più belli esistenti in natura, dalle forme e dai colori più vari. Tuttavia, hanno un piccolo inconveniente: sono davvero costose.

In pochi sanno, però, che le orchidee possono essere propagate anche a casa, seguendo dei processi precisi ma davvero molto semplici. I metodi preferiti includono la propagazione attraverso talee, la semina, la divisione di una pianta e la propagazione per peduncolo.

La sola foglia di orchidea non è adatta alla propagazione. Non ci sono, su di essa, dei punti di crescita che possano dare vita a nuove radici. È per questo motivo che sarà necessario prelevare una foglia con un piccolo pezzo di tronco.

Prima di cominciare a propagare una orchidea partendo da una foglia, prepara gli strumenti necessari. Hai bisogno di una forbice da giardino ben affilata e sterilizzata, di un recipiente di plastica, dell’acqua filtrata e i seguenti fertilizzanti: un agente radicante, un po’ di carbone attivo e un mix di citochina e acido succinico.

Il processo di propagazione di una orchidea partendo da una foglia è uno dei più complessi e richiede più tempo: le radici possono impiegare più di un anno a svilupparsi.

La foglia da propagare deve essere prelevata da una pianta adulta sana. Usa la forbice per tagliare la foglia e il pezzo di tronco, poi lasciala asciugare per 8 ore.

Successivamente versa un po’ di agente radicante sulla foglia e sul pezzo di tronco. Fai sciogliere un po’ di carbone attivo in acqua poi metti la foglia e il tronco nella soluzione. Il collo del germoglio deve essere completamente immerso nell’acqua.

Prima di piantare l’orchidea sul terriccio, verifica se ci sono segni di muffa o pezzi di pianta marci.

Fonte: www.rimedio-naturale.it