Perché a volte sentiamo l’elettricità quando tocchiamo qualcuno?

Ti è mai successa una scossa elettrica quando inavvertitamente hai salutato o spazzolato un’altra persona? Sicuramente si! È successo tutto a tutti noi, ma perché?

Quella puntura elettrica che a volte possiamo sentire, anche quando tocchiamo qualcosa, si verifica a causa dell’elettricità statica che è l’energia accumulata in qualcosa che non è in movimento.

Loading...

Tutto ciò che vediamo è composto da atomi che hanno al loro interno tre tipi di particelle: elettroni (con una carica negativa), protoni (con una carica positiva) e neutroni (carica neutra). Sebbene in generale i poli positivi e negativi siano in equilibrio, quando una cosa viene sfregata con un’altra, gli elettroni si trasferiscono dall’uno all’altro e si accumulano sulla superficie fino a quando non abbiamo un contatto con un’altra cosa e li rilasciamo, sotto forma di quella scintilla elettrica di cui sentiamo infastiditi.

Il cambio di stato è quello che produce l’elettricità statica che “salta” da un materiale isolante a uno conduttivo.

Contrariamente alla credenza popolare,   non è che ci siano persone particolarmente sensibili all’elettricità statica, ma ci possono essere quelli che sono più predisposti ad accumulare elettricità, sia avendo un volume corporeo maggiore o, ad esempio, usando materiali sintetici.

Fortunatamente, questo fenomeno non è pericoloso e ci ricorda solo che tutto ciò che ci circonda, incluso noi stessi, è fatto di energia in costante movimento.  

Fonte:www.bioguia.com

SEGUICI SENZA CENSURA SU TELEGRAM

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

Loading...