Scoperta una nuova isola in Antartide grazie alla fusione dei ghiacciai

Durante una missione intorno alla costa occidentale dell’Antartide, i ricercatori polari si sono imbattuti in un’isola mai vista che è stata recentemente rivelata al mondo da un ghiacciaio che si sta ritirando

Gli scienziati della Thwaites Glacier Offshore Research (THOR) hanno individuato una massa rocciosa mentre navigavano intorno a Pine Island Bay all’inizio di questo mese a bordo del rompighiaccio RV Nathaniel B Palmer. Entro pochi giorni , dopo alcune osservazioni a distanza, la squadra è stata la prima a mettere piede sull’isola facendo anche la conoscenza di  alcuni dei suoi abitanti di mammiferi marini.

Loading...

L’isola è stata giustamente soprannominata “Sif” come omaggio alla dea nordica della terra e moglie di Thor.

“Quest’isola non è mai stata classificata precedentemente”, ha twittato Julia Smith Wellner, una geoscienziata glaciale marina del progetto  THOR. “Dopo essere stati i primi visitatori, ora possiamo confermare che l’isola di Sif è fatta di granito e che è coperta dalla rimanente piattaforma di ghiaccio”, ha detto in un tweet successivo .

Il progetto THOR è una joint venture tra gli Stati Uniti e il Regno Unito per studiare uno dei ghiacciai più instabili dell’Antartide, il ghiacciaio Thwaites, nonché le acque circostanti nella baia di Pine Island nel mare di Amundsen. Sia il ghiacciaio Thwaites che il ghiacciaio di Pine Island sono alcuni dei ghiacciai in più rapida ritirata in Antartide, principalmente a causa dell’acqua calda oceanica del mare di Amundsen che si insinua sotto il ghiaccio, provocandone lo scioglimento. Il ghiaccio che si scioglie quindi si allenta dal substrato roccioso sottostante, facendolo scorrere più velocemente e più in profondità sotto la piattaforma di ghiaccio.

Una prima occhiata all’isola di Sif suggerisce che il ghiaccio sull’isola un tempo faceva parte della piattaforma del ghiacciaio di Pine Island. Insieme ai dati satellitari dell’area, i ricercatori ritengono che la terra sia comparsa ad un certo punto nell’ultimo decennio a causa dello scioglimento della banchisa per via dei cambiamenti climatici. Tuttavia, come riferisce Nature , è rimasta nascosta per molti anni perché pochissime navi viaggiano così lontano a sud e la sua calotta coperta di ghiaccio ha reso difficile la visione dal punto di vista di un satellite.

Anche se questa scoperta potrebbe non essere una notizia straordinaria per il nostro pianeta, presenta alcune incredibili nuove opportunità per glaciologi e geologi. Lo scioglimento dei ghiacciai aiuta a scaricare la pressione dalla crosta terrestre, spostando la roccia e facendo “trasudare” il mantello sottostante, cambiando la forma della Terra. Studiando la geologia dell’isola di Sif, i ricercatori possono ottenere una comprensione più profonda di come i cambiamenti climatici e i ghiacciai in ritirata stanno influenzando questo misterioso continente.  “Non ci sono altre rocce affioranti per 70 chilometri [43 miglia] in nessuna direzione, quindi questa è stata un’opportunità speciale.”

Tom Hale

Tratto da www.iflscience.com

Condiviso da: www.blueplanetheart.it

SEGUICI SENZA CENSURA SU TELEGRAM

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

Loading...